Geografia - Modulo Geografia e turismo nei luoghi del sacro - 2018-2019 - Modulo B - Laurea triennale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Conoscenza essenziale della distribuzione dei principali oggetti e fenomeni geografici, così come del contesto storico contemporaneo. È altresì fondamentale possedere una cognizione dei concetti di base della geografia fisica ed antropica. Come ulteriore prerequisito indispensabile si ritiene il comprendere l’organizzazione degli spazi geografici. Tali prerequisiti verranno valutati con uno specifico test. Il non superamento del test comporta la necessità di seguire un apposito corso di Geografia zero.

Obiettivi: 

1. Obiettivi formativi: la prima parte del modulo intende fornire agli studenti le nozioni base circa il rapporto fra il viaggio, quale strumento di conoscenza e di scoperta del Mondo, e la Geografia, come studio, descrizione e rappresentazione della Terra, in tutte le sue componenti. Si metteranno, poi, in evidenza i nessi che congiungono il viaggio al fenomeno turistico, prendendo contestualmente in considerazione l’evoluzione del fenomeno da una sua fase “primordiale” fino all’avvento del turismo propriamente detto e alla sua evoluzione a fenomeno globale. Successivamente verrà preso in considerazione il rapporto fra turismo e luoghi del sacro, intesi, questi ultimi, come attrattori turistici e fattori della territorializzazione.

2. Risultati di apprendimento attesi: coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante, l’attività formativa di questo modulo si propone di fornire allo studente le seguenti conoscenze e abilità:

- Conoscenza e capacità di comprensione: al termine del modulo, lo studente avrà maturato le conoscenze basilari relative al rapporto fra viaggio e Geografia, alla nascita e all’evoluzione del fenomeno turistico, alla connessione fra luoghi del scaro e turismo. Più nello specifico avrà acquisito le conoscenze basilari relative alla trilaterazione viaggio-turismo-geografia, con particolare attenzione agli attrattori turistici di tipo religioso o, comunque, connessi alla manifestazione del sacro e alle produzioni da questa derivante. Tali conoscenze permetteranno allo studente di comprendere, in prospettiva spaziale, i fenomeni che riguardano le trasformazioni territoriali connesse all’affermazione ed evoluzione del fenomeno turistico, con particolare attenzione a quello di matrice religiosa o ad essa connesso.

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del modulo lo studente, sulla base delle conoscenze acquisite e delle capacità maturate in termini di comprensione dei fenomeni antropici in prospettiva spaziale e dei risvolti conseguenti alla diffusione e trasformazione del fenomeno turistico, con particolare attenzione a quello connesso alla sfera del sacro, avrà maturato la capacità di utilizzare, almeno a livello medio, metodologie di indagine, linguaggio appropriato e strumenti di lavoro propri di una nicchia della Geografia del turismo, che è quella che si interessa del turismo nei luoghi del sacro, e sarà in grado di comprendere autonomamente specifici problemi di media complessità ai quali potrà cercare di dare autonome risposte.

- Autonomia di giudizio: al termine del modulo, lo studente che avrà maturato conoscenze e competenze adeguate relativamente al rapporto fra Geografia e viaggio e Geografia e turismo, con particolare attenzione ai fenomeni territoriali e turistici connessi ai luoghi del sacro, sarà in grado di formulare giudizi autonomi che gli permetteranno un livello medio di lettura critica, in prospettiva spaziale, dei fenomeni considerati, con particolare attenzione all’impatto del fenomeno turistico rispetto alla spazializzazione e alla territorializzazione. Tale autonomia di giudizio sarà verificata durante gli esami di profitto e le prove valutative in itinere.

- Abilità comunicative: al termine del modulo, lo studente, oltre ad aver assimilato i tratti salienti dell’evoluzione del rapporto fra viaggio, turismo e Geografia e aver costruito un bagaglio di conoscenze e nozioni connesse al particolare fenomeno del turismo nei luoghi del sacro, avrà avuto la possibilità di elaborare un linguaggio scientifico appropriato e avrà conseguito, pertanto, una capacità comunicativa, sia verbale sia scritta, che gli permetterà di dimostrare, almeno a livello medio, attitudini argomentative e facilità di illustrazione delle questioni geografico-turistiche, sia nei confronti di specialisti, sia nell’ambito della divulgazione.

L’abilità comunicativa verrà verificata attraverso le prove in itinere e l’esame di profitto.

- Capacità di apprendere: la capacità di apprendimento riguarderà le nozioni della geografia del turismo, con particolare attenzione al fenomeno turistico che si genera in relazione ai luoghi del sacro, e, soprattutto, le metodologie di indagine e delle buone partiche connesse in modo specifico al turismo nei luoghi del sacro. Una particolare attenzione verrà riservata al metodo di studio, fattore fondamentale di un apprendimento genuino, che garantisca la comprensione, l’autonomia di giudizio e le abilità comunicative dei temi trattati dal modulo. Ciò comporta che, alla fine del modulo stesso, lo studente avrà avuto modo di elaborare una propria metodologia di apprendimento che lo rende autonomo nello studio delle varie tematiche affrontate.

L’acquisizione della capacità di apprendere verrà verificata durante le prove in itinere e l’esame di profitto.

Programma: 

Il programma sarà così articolato:

  • il viaggio e la Geografia
  • il viaggio e il turismo
  • valenze del viaggio dall’antichità alla modernità
  • turismo moderno, turismo di massa, nuovi paradigmi turistici (responsabile, consapevole, sostenibile, autentico)
  • il fenomeno religioso e la Geografia
  • il pellegrinaggio
  • antichi itinerari di pellegrinaggio,  nuovi percorsi turistici
  • i luoghi del scaro come attrattori turistici: un’introduzione
  • i luoghi del scaro come attrattori turistici: casi studio
  • sistema e organizzazione del turismo religioso

I metodi didattici utilizzati durante il corso sono rappresentati da lezioni frontali interattive.

La verifica dei risultati di apprendimento consiste in due prove scritte intermedie con domande a risposta aperta sui temi affrontati a lezione (le prove intermedie sono riservate esclusivamente ai frequentanti) e una prova orale alla fine del corso (alla quale possono partecipare tutti gli iscritti, frequentanti e non frequentanti). Il superamento delle prove scritte intermedie permette, eventualmente, l’esonero dalla prova orale.

Testi adottati: 
  • Magistri P., Viaggio e Turismo. Alla scoperta del Mondo, Roma, Universitalia, 2014
  • Mazza C., Turismo Religioso, Bologna, EDB, 2007
  • dispense segnalate durante il corso

 

  • Per sostenere l’esame è necessario aver superato il test di Geografia zero o, in caso contrario, aver frequentato il corso di Geografia zero. 
    Quanti, per ragioni oggettive, fossero impossibilitati a partecipare, dovranno studiare il materiale didattico presente al link https://owncloud.uniroma2.it/index.php/s/YTtWs4qGGrg48jK (password: GEOZERO2018). 
    Gli argomenti trattati nelle medesime dispense saranno oggetto di verifica contestualmente all’esame orale.
Inglese
Prerequisites: 

Basic knowledge of the distribution of the main objects and geographical phenomena, as well as of the contemporary historical context. It is also essential to have a knowledge of the basic concepts of physical and anthropogenic geography. As a further indispensable prerequisite, the understanding of the organization of geographical spaces is considered essential. These prerequisites will be evaluated with a specific test. The Failure of the test involves the need to follow a specific course in Geography zero.

Aims: 

1. Educational objectives: the first part of the module aims to provide students with the basics about the relationship between travel, as an instrument of knowledge and discovery of the world, and Geography, as a study, description and representation of the Earth, in all its components. The links that link the travel to the tourism phenomenon will also be highlighted, taking into consideration the evolution of the phenomenon from its "primordial" phase to the advent of tourism proper and its evolution to a global phenomenon. Then the relationship between tourism and places of the sacred will be taken into consideration, understood as the latter, as tourist attractions and factors of territorialization.

2. Expected learning outcomes: consistently with the training objectives of the granting study course, the training activity of this module aims to provide the student with the following knowledge and skills:

Knowledge and understanding: at the end of the module, the student will have gained basic knowledge related to the relationship between travel and geography, at the birth and evolution of the tourism phenomenon, the connection between places of scaro and tourism. More specifically, it will have acquired the basic knowledge related to the triplet-tourism-geography trilateration, with particular attention to the religious type attractors or, in any case, connected to the manifestation of the sacred and to the productions deriving from it. This knowledge will allow the student to understand, from a spatial perspective, the phenomena concerning the territorial transformations connected to the affirmation and evolution of the tourist phenomenon, with particular attention to that of religious matrix or connected to it.

Applying knowledge and understanding: at the end of the module the student, on the basis of the acquired knowledge and skills acquired in terms of understanding anthropogenic phenomena in spatial perspective and the consequences resulting from the diffusion and transformation of the tourism phenomenon, with particular attention to that connected to the sphere of the sacred, will have matured the ability to use, at least at the medium level, methodologies of investigation, appropriate language and work tools of a niche of the Geography of tourism, which is the one that is interested in tourism in the sacred places , and will be able to autonomously understand specific problems of medium complexity to which they can try to give autonomous answers.

Making judgements: at the end of the module, the student who will have acquired adequate knowledge and skills regarding the relationship between Geography and travel and Geography and tourism, with particular attention to the territorial and tourism phenomena related to the sacred places, will be able to formulate autonomous judgments that will allow a medium level of critical reading, in spatial perspective, of the phenomena considered, with particular attention to the impact of the tourism phenomenon with respect to spatialization and territorialization. This independence of judgment will be verified during the profit examinations and the evaluation tests in progress.

Communication skills: at the end of the module, the student, in addition to having assimilated the salient features of the evolution of the relationship between travel, tourism and geography and have built a wealth of knowledge and knowledge related to the particular phenomenon of tourism in places of the sacred, he will have had the opportunity to elaborate an appropriate scientific language and will therefore have achieved a communicative ability, both verbal and written, which will allow him to demonstrate, at least at medium level, argumentative aptitudes and ease of illustration of geographic-tourist issues, both in comparisons of specialists, both in the field of dissemination.

The communication skills will be verified through the ongoing tests and the profit exam.

Learning skills: the learning ability will cover the notions of the geography of tourism, with particular attention to the tourism phenomenon that is generated in relation to the places of the sacred, and, above all, the methodologies of investigation and good particle connected specifically to the tourism in the places of the sacred. Particular attention will be paid to the study method, fundamental factor of a genuine learning, which guarantees the understanding, the autonomy of judgment and the communication skills of the topics covered by the module. This implies that, at the end of the module itself, the student will have had the opportunity to elaborate his own learning methodology which makes him autonomous in the study of the various topics addressed.

The acquisition of the ability to learn will be verified during the tests in progress and the examination of profit.

Programme: 

The program will be as follows:

• travel and geography

• travel and tourism

• valences of the journey from antiquity to modernity

• modern tourism, mass tourism, new tourist paradigms (responsible, aware, sustainable, authentic)

• the religious phenomenon and Geography

• the pilgrimage

• ancient pilgrimage routes, new tourist routes

• the places of the scarce as tourist attractions: an introduction

• places of the scarce as tourist attractions: case studies

• system and organization of religious tourism

The teaching methods used during the course are represented by interactive lectures.

The verification of the learning outcomes consists of two intermediate written tests with open-ended questions on the topics addressed in class (the intermediate tests are reserved exclusively for attending students) and an oral exam at the end of the course (in which all students can attend and not attending). The passing of the intermediate written tests allows, eventually, the exemption from the oral examination.

Texts adopted: 

 

  • Magistri P., Viaggio e Turismo. Alla scoperta del Mondo, Roma, Universitalia, 2014
  • Mazza C., Turismo Religioso, Bologna, EDB, 2007
  • handouts reported during the course

 

 

  • For the Geography zero course the materials can be downloaded from:

https://owncloud.uniroma2.it/index.php/s/YTtWs4qGGrg48jK
password: GEOZERO2018

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova scritta
Prova orale
Valutazione in itinere
Altre informazioni

Si informano gli Studenti del modulo B (curricula A e B) di Geografia per Scienze del Turismo (modulo "Geografia e turismo nei luoghi del sacro") che il secondo esonero si terrà martedì 18 dicembre a partire dalle ore 10.00 secondo quanto già segnalato in aula

Anno Accademico: 
2018-2019
Insegnato a: 
Carico didattico a: 
Ore: 
30
CFU: 
6
Semestre: 
Primo semestre