Geografia - Modulo Popolazione ambiente e paesaggio. Basi per l'indagine geografica applicata al turismo - 2018-2019 - Modulo A - Laurea triennale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Conoscenza essenziale della distribuzione dei principali oggetti e fenomeni geografici, così come del contesto storico contemporaneo. È altresì fondamentale possedere una cognizione dei concetti di base della geografia fisica ed antropica. Come ulteriore prerequisito indispensabile si ritiene il comprendere l’organizzazione degli spazi geografici. Tali prerequisiti verranno valutati con uno specifico test. Il non superamento del test comporta la necessità di seguire un apposito corso di Geografia zero.

Obiettivi: 

1. Obiettivi formativi: il modulo, a partire dai fondamenti della Geografia, fin da quando si è data uno statuto epistemologico, intende ripercorrere l’evoluzione del pensiero geografico fino agli ultimi decenni del XX, quando la Geografia subirà un profondo processo di rinnovamento volto, da un lato, a recuperare le proprie fondamenta e, dall’altro, ad abbracciare nuove interpretazioni, basate sui valori dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, oltre che sulla dimensione culturale nell’organizzazione degli spazi terrestri. Verrà, dunque, considerato il fenomeno turistico come uno dei principali fattori della territorializzazione alle varie scale (dalla locale alla globale). Nella sua connotazione di fenomeno di massa, le forti trasformazioni che hanno riguardato il settore e la straordinaria pressione ambientale ed antropica esercitata in determinate aree geografiche pongono questioni di rilevante portata. Ma il turismo, in quanto interessa quote sempre più cospicue di popolazione e in quanto riguarda, via via, paesi prima estranei al fenomeno, dà luogo a nuove configurazioni geografiche che coinvolgono, in modo sostanziale, gli spazi urbani e periurbani, ma anche quelli rurali. Configurazioni che richiedono appropriate interpretazioni volte pure a guidare i processi in atto. Per i suddetti motivi si concentrerà l’attenzione sulla strumentazione basilare offerta dalle conoscenze geografiche finalizzata alla conoscenza della dimensione territoriale del fenomeno turistico.2. Risultati di apprendimento attesi: coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante, l’attività formativa di questo modulo si propone di fornire allo studente le seguenti conoscenze e abilità:- Conoscenza e capacità di comprensione: al termine del modulo, lo studente avrà acquisito le conoscenze basilari della disciplina e dell’evoluzione del pensiero geografico. Più nello specifico avrà maturato adeguate conoscenze dell’origine, dello sviluppo e dei temi di interesse della Geografia umana, oltre che delle metodologie di indagine messe in campo dalla ricerca geografica e dell’interazione con le altre scienze. In tal modo avrà potuto fissare le basi di tipo spaziale e territoriale sulle quali si innesta un fenomeno socio-economico-culturale di rilevante portata quale è il turismo e saprà, quindi, comprendere le trasformazioni territoriali conseguenti all’espansione e all’evoluzione del fenomeno turistico, tanto in termini di pressione ambientale, quanto di pressione antropica nelle diverse aree geografiche interessate, via via, dalle varie forme di turismo.- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del modulo lo studente, sulla base delle conoscenze acquisite e delle capacità maturate in termini di comprensione dei fenomeni antropici in prospettiva spaziale e dei risvolti conseguenti alla diffusione e trasformazione del fenomeno turistico, avrà maturato la capacità di utilizzare, almeno a livello medio, metodologie di indagine, linguaggio appropriato e strumenti di lavoro propri della Geografia del turismo e sarà in grado di comprendere autonomamente specifici problemi di media complessità ai quali potrà cercare di dare autonome risposte.- Autonomia di giudizio: al termine del modulo, lo studente che avrà maturato conoscenze e competenze adeguate relativamente alla nascita della Geografia come scienza, all’evoluzione del pensiero geografico, ai temi e alle questioni fondamentali della disciplina e al rapporto fra Geografia e turismo, sarà in grado di formulare giudizi autonomi che gli permetteranno un livello medio di lettura critica, in prospettiva spaziale, dei fenomeni considerati, con particolare attenzione all’impatto del fenomeno turistico rispetto alla spazializzazione e alla territorializzazione. Tale autonomia di giudizio sarà verificata durante gli esami di profitto e le prove valutative in itinere.- Abilità comunicative: al termine del modulo, lo studente, oltre ad aver acquisito le nozioni fondamentali della disciplina e aver assimilato i tratti salienti dell’evoluzione del pensiero geografico e dei risvolti in termini territoriali e turistici, avrà avuto la possibilità di elaborare un linguaggio scientifico appropriato e avrà conseguito, pertanto, una capacità comunicativa, sia verbale sia scritta, che gli permetterà di dimostrare, almeno a livello medio, attitudini argomentative e facilità di illustrazione delle questioni geografico-turistiche, sia nei confronti di specialisti, sia nell’ambito della divulgazione.L’abilità comunicativa verrà verificata attraverso le prove in itinere e l’esame di profitto.- Capacità di apprendere: la capacità di apprendimento riguarderà tanto le nozioni fondamentali sia della geografia sia del turismo, quanto e soprattutto le metodologie di indagine e delle buone partiche. Una particolare attenzione verrà riservata al metodo di studio, fattore fondamentale di un apprendimento genuino, che garantisca la comprensione, l’autonomia di giudizio e le abilità comunicative dei temi trattati dal modulo. Ciò comporta che, alla fine del modulo stesso, lo studente avrà avuto modo di elaborare una propria metodologia di apprendimento che lo rende autonomo nello studio delle varie tematiche affrontate.L’acquisizione della capacità di apprendere verrà verificata durante le prove in itinere e l’esame di profitto. 

Programma: 

A partire dal fondamento epistemologico della Geografia verrà presa in considerazione l’evoluzione del pensiero geografico attraverso varie scuole: il determinismo ambientale; il possibilismo; il funzionalismo, fino alla transizione degli anni Settanta del secolo scorso e alla Geografia del postmoderno. Si porrà, quindi, l’attenzione al rapporto fra demografia e studi geografici (esordi degli studi sulla popolazione; il principio di popolazione; i flussi migratori e la mobilità quali fattori di riequilibrio demografico), per poi concentrare l’attenzione sul rapporto Geografia e sviluppo sostenibile (Geografia e ambiente; le politiche di sostenibilità ambientale nelle prospettive di governance del secondo millennio; i pilastri dello sviluppo sostenibile; da Rio De Janeiro a Rio De Janeiro; da COP 21 a COP 23). Infine, si prenderà in considerazione il rapporto fra paesaggio e politiche di sviluppo turistico attraverso specifici argomenti quali l’economia dell’ambiente e il paesaggio come nuove opportunità per lo sviluppo sostenibile; il paesaggio quale strumento di sintesi tra l’ambiente e le politiche del turismo; gli aspetti normativi in tema di paesaggio; casi studio e azioni pilota per nuove forme di turismo sostenibile.
Il programma verrà affrontato mediante lezioni frontali interattive e seminari.
La verifica dei risultati di apprendimento verrà effettuata:
- esclusivamente per i frequentanti, sia mediante il confronto in aula, sia mediante due prove scritte in itinere con domande a risposta aperta; 
- per frequentanti e non frequentanti, mediante una prova orale, che si terrà durante gli appelli d’esame. 
Coloro, fra i frequentanti, che conseguiranno un risultato positivo alle prove scritte, saranno esonerati dalla prova orale.
 

Testi adottati: 
  • Bozzato S., Ambiente, Paesaggio e Turismo. Teorie e casi, Roma, UniversItalia, 2018.
  • Per sostenere l’esame è necessario aver superato il test di Geografia zero o, in caso contrario, aver frequentato il corso di Geografia zero. Quanti, per ragioni oggettive, fossero impossibilitati a partecipare, dovranno studiare il materiale didattico presente al link https://owncloud.uniroma2.it/index.php/s/YTtWs4qGGrg48jK (password: GEOZERO2018). Gli argomenti trattati nelle medesime dispense saranno oggetto di verifica contestualmente all’esame orale.

 

Inglese
Prerequisites: 

Basic knowledge of the distribution of the main objects and geographical phenomena, as well as of the contemporary historical context. It is also essential to have a knowledge of the basic concepts of physical and anthropogenic geography. As a further indispensable prerequisite, the understanding of the organization of geographical spaces is considered essential. These prerequisites will be evaluated with a specific test. The Failure of the test involves the need to follow a specific course in Geography zero.

Aims: 

1. Starting from the foundations of Geography and from its epistemological status, the module intends to retrace the evolution of geographic thought up to the last decades of the 20th century, when Geography had a profound renewal process, on the one hand to recover their foundations and, on the other, to embrace new interpretations, based on the values of the environment and sustainable development, as well as on the cultural dimension in the organization of terrestrial spaces. Therefore, the phenomenon of tourism will be considered as one of the main factors of territorialization at various scales (from local to global). In its connotation of mass phenomenon, the strong transformations that have affected the sector and the extraordinary environmental and anthropic pressure exerted in certain geographical areas are issues of considerable importance. Tourism, because of it affects increasingly large portions of the population and as it regards, gradually, countries that were previously unrelated to the phenomenon. This gives rise to new geographical configurations that substantially involve urban and periurban spaces, but also rural ones. Configurations that require appropriate interpretations aimed at guiding the processes in progress. For the aforementioned reasons, the focus will be on the basic instrumentation offered by geographical knowledge aimed at understanding the territorial dimension of the tourism phenomenon.
2. Expected results:In line with the educational objectives of the Study Program, the training activity aims to provide the student with the following knowledge and skills:
Knowledge and understanding: at the end of the module, the student will have acquired the basic knowledge of the discipline and evolution of geographical thinking. More specifically, he will have acquired adequate knowledge of the origin, development and themes of interest of human geography, as well as of the methods of investigation put into place by geographical research and interaction with other sciences. In this way it will have been able to establish the spatial and territorial bases on which a socio-economic-cultural phenomenon of significant importance is grafted, which is tourism, and will therefore understand the territorial transformations resulting from the expansion and evolution of the phenomenon. Tourism, in terms of environmental pressure, as well as anthropogenic pressure in the various geographical areas involved, gradually, by the various forms of tourism.
Applying knowledge and understanding: at the end of the module, the student who will have acquired adequate knowledge and skills regarding the birth of Geography as a science, the evolution of geographic thought, the fundamental themes and issues of the discipline and the relationship between geography and tourism, will be able to formulate autonomous judgments that will allow a medium level of critical reading, in spatial perspective, of the phenomena considered, with particular attention to the impact of the tourism phenomenon with respect to spatialization and territorialization. This independence of judgment will be verified during the profit examinations and the evaluation tests in progress.
Making judgements: at the end of the module, the student who will have acquired adequate knowledge and skills regarding the birth of Geography as a science, the evolution of geographic thought, the fundamental themes and issues of the discipline and the relationship between geography and tourism, will be able to formulate autonomous judgments that will allow a medium level of critical reading, in spatial perspective, of the phenomena considered, with particular attention to the impact of the tourism phenomenon with respect to spatialization and territorialization. This independence of judgment will be verified during the profit examinations and the evaluation tests in progress.
Communication skills: at the end of the module, the student, in addition to having acquired the fundamental notions of the discipline and assimilating the salient features of the evolution of geographical thought and of the implications in territorial and touristic terms, will have had the possibility to elaborate an appropriate scientific language and achieved, therefore, a communicative ability, both verbal and written, which will allow him to demonstrate, at least at the medium level, argumentative skills and ease of illustration of geographic-tourist issues, both with regard to specialists, both in the field of dissemination.
Learning skills: the learning ability will cover both the fundamental notions of both geography and tourism, and above all the methodologies of investigation and good particle. Particular attention will be paid to the study method, fundamental factor of a genuine learning, which guarantees the understanding, the autonomy of judgment and the communication skills of the topics covered by the module. This implies that, at the end of the module itself, the student will have had the opportunity to elaborate his own learning methodology which makes him autonomous in the study of the various topics addressed.
The acquisition of the ability to learn will be verified during the tests in progress and the examination of profit.

Programme: 

Starting from the epistemological foundation of Geography, the evolution of geographical thought will be taken into consideration through various schools: environmental determinism; the possibility; functionalism, until the transition of the seventies of the last century and the geography of postmodernism. Therefore, attention will be focused on the relationship between demography and geographical studies (beginning of population studies, the population principle, migration flows and mobility as demographic rebalancing factors), and then focus on the relationship Geography and sustainable development (Geography and the environment, policies of environmental sustainability in the prospects of governance of the second millennium, the pillars of sustainable development, from Rio De Janeiro to Rio De Janeiro, from COP 21 to COP 23). Finally, the relationship between landscape and tourism development policies will be considered through specific topics such as environmental economics and landscape as new opportunities for sustainable development; the landscape as an instrument of synthesis between the environment and tourism policies; the regulatory aspects in terms of landscape; case studies and pilot actions for new forms of sustainable tourism.
The program will be dealt with through interactive lectures and seminars.
The verification of the learning outcomes will be carried out:
- exclusively for attending students, either by means of the classroom comparison, or by means of two written tests in progress with open-ended questions;
- for attending and non-attending students, through an oral exam, which will take place during the exam sessions.
Those attending, who will achieve a positive result in the written tests, will be exempted from the oral examination.

Texts adopted: 

Bozzato S., Ambiente, Paesaggio e Turismo. Teorie e casi, Roma, UniversItalia, 2018

 

For the Geography zero course the materials can be downloaded from:

https://owncloud.uniroma2.it/index.php/s/YTtWs4qGGrg48jK
password: GEOZERO2018

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova scritta
Prova orale
Valutazione in itinere
Altre informazioni


 

Anno Accademico: 
2018-2019
Insegnato a: 
Docente: 
Carico didattico a: 
Ore: 
30
CFU: 
6
Semestre: 
Primo semestre