Letteratura inglese 1 - 2018-2019 - Modulo A+B - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

ATTENZIONE. IL PROGRAMMA QUI RIPORTATO E' DEDICATO AI FREQUENTANTI. 

IL PROGRAMMA PER I NON FREQUENTANTI SARA' RIPORTATO NEI MATERIALI 2018-19, ENTRO POCHI GIORNI. 

 

INFATTI QUEST'ANNO, GRAZIE ALLA PRESENZA DEL VISITING PROFESSOR HUGH CRAIG, IL MODULO A (PRIMO SEMESTRE) E' DIVISO IN DUE MODALITA':

1. MODULO A PER FREQUENTANTI (PROFF. CRAIG-GUARDAMAGNA), A CARATTERE SPERIMENTALE-SEMINARIALE.

PER RENDERE PIU' LEGGIBILE IL TUTTO, QUESTO MODULO SARA' RIPORTATO IN TONDO, L'ALTRO IN CORSIVO. 

2. MODULO A PER NON FREQUENTANTI (PROF. GUARDAMAGNA). QUESTO MODULO, PER NON AFFOLLARE LA PAGINA, E' RIPORTATO A PARTE NEL MATERIALE DEI CORSI. 

MODULO A, 1 (PROFF. CRAIG-GUARDAMAGNA), PRIMO SEMESTRE:

Conoscenza della lingua inglese a livello C1/C2. 

Si prevede che gli studenti/studentesse possiedano una buona conoscenza della storia della letteratura inglese e degli strumenti dell’analisi letteraria, e una capacità almeno elementare di servirsi degli strumenti informatici.  

 

MODULO B (PER FREQUENTANTI), PROF. GUARDAMAGNA, SECONDO SEMESTRE

Conoscenza della lingua inglese a livello B2/C1. Si prevede che gli studenti/studentesse possiedano una buona conoscenza della storia della letteratura inglese e degli strumenti dell’analisi letteraria. 

 

 

Obiettivi: 

MODULO A, PROFF. CRAIG-GUARDAMAGNA (PRIMO SEMESTRE)

1. Obiettivi formativi

Questo modulo insegnerà agli studenti della Laurea Magistrale a lavorare su testi early modern con gli strumenti dell’informatica umanistica. Il prof. Hugh Craig metterà a disposizione testi elettronici su cui lavorare, e tra le prime lezioni e le successive si lascerà del tempo agli studenti per leggere i testi che dovranno essere analizzati

2. Risultati di apprendimento attesi

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio LLEA previsti dalla SUA, il modulo si propone di fornire allo studente le seguenti conoscenze e abilità:

Conoscenza e capacità di comprensione: Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di comprendere il contesto storico e culturale del periodo rinascimentale, e saper individuare alcuni caratteri stilistici dei drammaturghi studiati. 

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di leggere, comprendere e commentare i testi shakespeariani, elisabettiani e giacomiani studiati, mettendoli in relazione al contesto storico, critico e letterario e analizzando comparativamente le differenti soluzioni dei singoli drammaturghi. 

Autonomia di giudizio: Nei limiti dati dalla complessità degli argomenti trattati, si incoraggiano gli studenti ad affrontare i testi oggetto di studio con una certa autonomia critica di giudizio e analisi, ricorrendo agli strumenti informatici che impareranno ad usare a lezione. La struttura seminariale del corso, che inizierà o si concluderà con lezioni ex-cathedra della docente e proseguirà con un’analisi capillare condotta dal prof. Craig, si propone di istruire gli allievi a effettuare autonomamente studi comparativi delle qualità stilistiche dei drammaturghi, giungendo a lavori il più possibile autonomi e originali.

Abilità comunicative: Lo studente sarà chiamato a dimostrare di poter applicare quanto appreso a lezione ed elaborato nello studio individuale, fornendo un commento efficace ai testi analizzati.

Capacità di apprendere: Gli studenti dovranno mostrare di saper utilizzare il materiale bibliografico e digitale consigliato e organizzare autonomamente e/o in collaborazione lo studio, con l’aiuto di fonti elettroniche autorevoli, in particolare i testi – comuni a tutti e preparati per la comparazione – forniti dal prof. Craig.

 

 

 

MODULO B, PROF. GUARDAMAGNA, PER STUDENTI FREQUENTANTI, SECONDO SEMESTRE:

1. Obiettivi formativi

L’esame di letteratura inglese magistrale fornisce agli studenti la capacità di comprendere il testo letterario nella lingua originale, soprattutto dal punto di vista strutturale e stilistico e della relazione fra un dato testo o autore e il panorama storico-culturale di riferimento. Si dà per scontata una discreta conoscenza della storia letteraria; alla lettura delle opere primarie si affianca la lettura dell'apparato critico. 

2. Risultati di apprendimento attesi

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio LLEA (sezioni A.4.b.2, A.4.c), il modulo si propone di fornire allo studente le seguenti conoscenze e abilità:

Conoscenza e capacità di comprensione: Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di comprendere il contesto storico culturale e la storia del genere letterario analizzato, essenziale per i maggiori drammaturghi del periodo.  

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di leggere, comprendere e commentare i testi shakespeariani ed elisabettiani studiati, mettendoli in relazione al contesto storico, critico e letterario.

Autonomia di giudizio: Nei limiti dati dalla complessità degli argomenti trattati, si incoraggiano gli studenti ad affrontare i testi oggetto di studio con una certa autonomia critica di giudizio e analisi, purché circostanziata da evidenze testuali e da eventuale ricerca autonoma di materiale critico. 

Abilità comunicative: Lo studente sarà chiamato a dimostrare di poter spiegare quanto appreso a lezione, ed elaborato nello studio individuale, fornendo un commento efficace ai testi analizzati.

Capacità di apprendere: Gli studenti dovranno mostrare di saper utilizzare il materiale bibliografico consigliato e organizzare autonomamente e/o in collaborazione lo studio, anche con l’aiuto di fonti elettroniche autorevoli, per approfondire gli argomenti in programma, creare mappe concettuali o altre forme di sintesi che rendano efficace e attivo l’apprendimento.

 

Programma: 

MODULO A, PROFF. CRAIG-GUARDAMAGNA, PRIMO SEMESTRE

I testi analizzati saranno le grandi tragedie shakespeariane, Hamlet, Macbeth, Othello King Lear, in comparazione con altri testi elisabettiano-giacomiani, indagando anche il problema della scrittura in collaborazione, tipica del periodo. 

Daniela Guardamagna completerà il corso illustrando le problematiche del teatro del tempo e le principali cruces critiche recenti riguardo al problema della collaborazione in alcuni testi shakespeariani. 

Il prof. Craig effettuerà l’analisi delle opere in questione applicando gli strumenti dell’informatica umanistica in un’indagine di dettaglio, e fornendo agli studenti competenze pratiche per costruire un’analisi comparativa personale. 

I testi da analizzare saranno forniti dal prof. Craig, e si richiederà una loro lettura preliminare nella prima parte del corso. 

Si veda in allegato la versione inglese per il syllabus fornito dal prof. Craig.

 

 

MODULO B, PROF. GUARDAMAGNA, SECONDO SEMESTRE:

 

Si indagherà il genere della tragedia di vendetta, che consentirà la conoscenza di un periodo relativamente ampio della storia letteraria inglese. Partendo con The Spanish Tragedy di Thomas Kyd (1588), passando per l’Amleto shakespeariano e arrivando a testi più tardi, si vedrà come la definizione di “revenge tragedy” copra decine di testi fondamentali per il periodo elisabettiano e giacomiano, prolungandosi e modificandosi per più di quarant’anni. L’etichetta è assegnata a molti testi che presentano tutte le sue caratteristiche tipiche, derivate dal teatro di Seneca, ma anche ad altri che le travalicano. Si studieranno alcuni esempi di questo genere fondamentale, studiandone alcuni in dettaglio. 

 

 

Testi adottati: 

PER IL MODULO A1, PROFF. CRAIG-GUARDAMAGNA, I TESTI SARANNO FORNITI A LEZIONE

 

MODULO B, PROF. GUARDAMAGNA, SECONDO SEMESTRE:

 

TESTI ADOTTATI

Per il corso monografico: 

Testi primari: 

Thomas Kyd, The Spanish Tragedy: la scena del masque. (Copie delle parti da studiare saranno depositate presso la libreria Universitalia.)

William Shakespeare, Hamlet. Il testo va letto interamente, anche eventualmente in italiano, ma le scene da studiare con particolare attenzione, ovviamente in inglese, saranno indicate durante il corso. È consentito l’uso di una qualsiasi edizione critica (Arden, Oxford, Penguin, New Cambridge). 

Thomas Middleton, The Revenger’s Tragedy: il testo è da leggere interamente, ma le scene da studiare con particolare attenzione saranno commentate in dettagli e indicate durante il corso. Copia di un’edizione critica della tragedia sarà depositata presso la libreria Universitalia.

Thomas Middleton, The Bloody Banquet: le scene da studiare con particolare attenzione saranno indicate durante le lezioni. Copia della tragedia sarà depositata presso la libreria Universitalia.

Thomas Middleton, Women, Beware Women: come per The Spanish Tragedy, la scena finale del masque. 

Copia di un’edizione critica della tragedia sarà depositata presso la libreria Universitalia.

Bibliografia critica:

Fredson Bowers, Elizabethan Revenge Tragedy. 1587-1642. Princeton: Princeton University Press, 1940 and reprints (2016). I capitoli da approfondire saranno segnalati durante il corso. Le dispense saranno depositate presso la libreria Universitalia. 

Daniela Guardamagna, Thomas Middleton drammaturgo giacomiano. Le Nuove Tragedie nel canone ritrovato. Roma: Carocci, 2018. Saranno da approfondire l’introduzione (pp. 9-35), i capitoli 5 (pp. 119, 130-150), 6 (pp. 151-168), 8.1 (pp. 192-205), 9 (pp. 222-243).

Ulteriori letture saranno indicate per gli studenti non frequentanti. 

 

Inglese
Prerequisites: 

. MODULE A FOR ATTENDING STUDENTS (PROFF. CRAIG-GUARDAMAGNA), FIRST SEMESTER:

English level C1/C2. A fairly complete competence in English literature is expected, as well as a good knowledge of the tools for literary analysis. 

A basic capacity to use digital tools is also necessary.

 

 

MODULE B (PROF. GUARDAMAGNA) FOR ATTENDING STUDENTS, SECOND SEMESTER:

English level B2/C1. A rather complete competence in English literature is expected, as well as a good knowledge of the tools for literary analysis.  

 

Aims: 

MODULE A, PROFF. CRAIG-GUARDAMAGNA

1. Educational objectives

This module will enable MA students to work on early modern texts with the tools of digital humanities.

Students will be furnished electronic texts by prof. Craig, and will be allotted some free time between the first lectures and the rest of the course to read the texts that are to be analysed.

2. Learning outcomes

In line with the educational objectives of the Study Program stated in the SUA for the CdS LLEA, the course aims to provide students with the following knowledge and skills:

Knowledge and understanding: At the end of the course, students are expected to show an adequate understanding of the cultural context of the early modern period, and be able to identify the individual characteristics of the studied playwrights’ style. 

Applying knowledge and understanding: Students will be required to develop autonomy and flexibility in reading, understanding and analysing the Shakespearean or early modern texts they have studied, in relation to their historical and literary context, to the critical debate and to a comparative analysis of their styles. 

Making judgements: Within the limits of a very complex subject, students are encouraged to form autonomous critical opinions on the literary texts under study, using the digital tools which they will learn to operate with. The structure of the course, which will start with (or be concluded by) a few lectures by prof. Guardamagna and whose bulk will be a seminar structure conducted by prof. Craig, should enable students to be able to analyse the style of the playwrights with comparative, digital tools, hopefully arriving at a personal, original elaboration of comparative papers on the works that have been studied. 

Communication skills: Students will be able to critically examine, explain and apply the methods learned during the course, and further elaborated in individual work with the tools provided. 

Learning skillsStudents will be able to work autonomously and/or in groups, and to search for information from a variety of up-to-date, academically relevant electronic sources, above all the texts that will be furnished by prof. Craig.

 

 

MODULE B, FOR ATTENDING STUDENTS, PROF. GUARDAMAGNA, SECOND SEMESTER:

1. Educational objectives

MA English Literature enables students to understand a literary text in its original language especially in its structural and stylistic characteristics, and in the relation between the literary work, its author and its context. A fairly good knowledge of English literary history is taken for granted; secondary readings on the studied topics will be part of this course.

2. Learning outcomes

In line with the educational objectives of the Study Program stated in the SUA-CdS (sections A.4.b.2, A.4.c), the course aims to provide students with the following knowledge and skills:

Knowledge and understanding: At the end of the course, students are expected to show an adequate understanding of the cultural context and of the literary genre under analysis, which is fundamental for most playwrights of the Renaissance period. 

Applying knowledge and understanding: Students will be required to develop autonomy and flexibility in reading, understanding and analysing the Shakespearean or early modern texts they have studied, in relation to their historical and literary context and to the critical debate.

Making judgements: Within the limits of a very complex subject, students are encouraged to form autonomous critical opinions on the literary texts under study, provide their opinions are supported by textual evidence or by individual independent research.

Communication skills: Students will be able to critically examine and explain the contents learned during the course, and further elaborated in individual study, through an effective reading and critical comment on the texts analysed. 

Learning skillsStudents will be able to work autonomously and/or in groups, and to search for information from a variety of up-to-date, academically relevant electronic sources, including standard reference works on the course contents in order to create conceptual maps or other forms of individual elaboration enabling active and effective learning.

 

Programme: 

MODULE A, PROFF. CRAIG-GUARDAMAGNA, FIRST SEMESTER:

The text under analysis will be the great Shakespearean tragedies, Hamlet, Macbeth, Othello and King Lear, in comparison with other Elizabethan and Jacobean texts and also focussing on the problem of collaboration, a typical feature of the period. 

Daniela Guardamagna will complete the course highlighting the characteristics of early modern theatre and the main critical cruces concerning the problem of collaboration in Shakespeare’s work.

Prof. Craig will analyse the texts applying the instruments of digital humanities, endowing the students with practical competence and helping them to reach the necessary abilities to be able to create a personal analysis of texts.

The plays under study will be made digitally available by prof. Craig, and after the first lectures the students are expected to get acquainted with them.

Please see in attachment prof. Craig’s syllabus.

 

 

MODULE B, PROF. GUARDAMAGNA, SECOND SEMESTER:

 

The course will study the genre of the revenge tragedy. This will enable students to have a grasp of the development of drama from the early Elizabethan to the late Jacobean, from the example of Thomas Kyd, through Shakespeare’s Hamlet to later Jacobean authors, for a span of time of more than forty years. 

The label “revenge tragedy” covers most text presenting its typical characteristics, derived from Senecan drama, but also many texts that go beyond them. 

The course will present examples of this fundamental genre, reading some of them in detail. 

Texts adopted: 

For Module A1, the texts will be communicated during lectures. 

 

MODULE B, PROF. GUARDAMAGNA, SECOND SEMESTER:

TEXTS ADOPTED

For the course: 

Primary texts: 

Thomas Kyd, The Spanish Tragedy: the masque scene. (Students will be furnished with copies of the scene to be studied). 

William Shakespeare, Hamlet. The text must be read thoroughly, but the scenes to be studied with particular attention, obviously in the original, will be indicated during the course. Any critical edition (Arden, Oxford, Penguin, New Cambridge) is acceptable.

Thomas Middleton, The Revenger’s Tragedy: students must read the whole play, but the scenes needing particular attention will be commented on and indicated during the course. Copies of a critical edition of the play will be made available to students. 

Thomas Middleton, The Bloody Banquet: the scenes which are particularly  relevant will be commented during the course. Copies of a critical edition of the play will be made available to students. 

Thomas Middleton, Women, Beware Women: the final masque scene. Copies of a critical edition of the play will be made available to students.

Critical bibliography:

Fredson Bowers, Elizabethan Revenge Tragedy. 1587-1642. Princeton: Princeton University Press, 1940 and reprints (2016). The chapters to be studied will be indicated during the course. Copies will be made available to students.

Daniela Guardamagna, Thomas Middleton drammaturgo giacomiano. Le Nuove Tragedie nel canone ritrovato.  Roma: Carocci, 2018. 

Further readings will be indicated for non-attending students. 

 

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Valutazione: 
Prova scritta
Prova orale
Altre informazioni

ESISTE UNA PAGINA FACEBOOK IN CUI GLI STUDENTI POSSONO INTERAGIRE FRA LORO E CON LA DOCENTE:

LETTERATURA INGLESE 1/2 LM GUARDAMAGNA 2018/19 (PROF. CRAIG)

VERRA' CREATA UNA ULTERIORE PAGINA PER IL MODULO B.

Allegati: 
AllegatoDimensione
File PER IL MODULO A1, CRAIG-GUARDAMAGNA14.17 KB
Anno Accademico: 
2018-2019
Ore: 
60
CFU: 
12
Semestre: 
Primo semestre
Secondo semestre