Letteratura italiana - 2017-2018 - Modulo A - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Obiettivi: 

Il corso intende presentare le maggiori tendenze e i più rilevanti problemi relativi a opere, autori e interpretazioni della letteratura italiana, sia attraverso lo studio di alcuni tra i più rappresentativi e significativi testi ermeneutici e storiografici sia mediante l’approfondimento storico-critico.

Programma: 

Fondamenti di storia e storiografia critica della letteratura italiana

Testi adottati: 

Testi del corso:

  1. Dionisotti C., Geografia e storia della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 1999.
  2. Biagini E., Brettoni A., Orvieto P., Teorie critiche del Novecento. Con antologia di testi, Roma, Carocci, 2001.
  3. Andreoni A., Ama l’italiano. Segreti e meraviglie della lingua più bella, Milano, Piemme, 2017.
  4. Casadei A., Biologia della letteratura. Corpo, stile, storia, Milano, il Saggiatore, 2017.

 
5. Lettura di due testi a scelta tra i seguenti:
Auerbach E., Mimesis: il realismo nella letteratura occidentale, Torino, Einaudi, 2000 (saggi scelti).
Benjamin W., L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica, Torino, Einaudi, 2000.
Binni W., Poetica, critica e storia letteraria, Bari, Laterza, 1980.
Bloom H., Il canone occidentale: i libri e le scuole delle età, Milano, Bompiani, 1996.
Contini G., Varianti e altra linguistica, Torino, Einaudi, 1970.
Corti M., Nuovi metodi e fantasmi, Milano, Feltrinelli, 2001.
Croce B., La Poesia, Bari, Laterza, 1969.
Debenedetti G., Saggi critici, Milano, Garzanti, 1994.
Eco U., Sulla letteratura, Milano, Bompiani, 2004.
Freud S., Il motto di spirito, con introd. di F.Orlando, Torino, Bollati Boringhieri, 1989.
Gramsci A., Letteratura e vita nazionale, Roma, Editori Riuniti, 1996 (saggi scelti).
Jauss H.R., Teoria e storia dell’esperienza estetica, Bologna, il Mulino, 1989.
Lukacs G., Saggi sul realismo, Torino, Einaudi, 1970.
Luperini R., Controtempo. Critica e letteratura fra moderno e postmoderno: proposte, polemiche e bilanci di fine secolo, Napoli, Liguori, 1999.
Lyotard J.F., La condizione postmoderna, Milano, Feltrinelli, 2002.
Magris C., Utopia e disincanto, Garzanti, Milano, 1999.
Mengaldo P.V., Profili di critici del Novecento, Torino, Bollati Boringhieri, 1998.
Orlando F., Per una teoria freudiana della letteratura, Torino, Einaudi, 1973.
Pasolini P.P., Passione e Ideologia, Torino, Einaudi, 1985 (ora anche in Saggi sulla letteratura e sull’arte nei «Meridiani» Mondadori).
Sartre J.P., Che cos’è la letteratura?, Milano, Saggiatore, 2004.
Segre C., Ritorno alla critica, Torino, Einaudi, 2001.
Spitzer L., Critica stilistica e semantica storica, Bari, Laterza, 1966.
Todorov T., La letteratura in pericolo, Milano, Garzanti, 2004.
 
Gli studenti non frequentanti dovranno integrare il programma con lo studio del volume:
G. Bottiroli, Che cos'è la teoria della letteratura. Fondamenti e problemi, Torino, Einaudi, 2006.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova scritta
Prova orale
Altre informazioni

Durante il Corso sarà organizzato un seminario interdisciplinare e di approfondimento dei temi trattati.
Lo studente è tenuto, inoltre, a presentare un elaborato di massimo 6.000 battute (spazi inclusi, circa tre cartelle di Word) da concordare con il docente, in cui deve dimostrare di conoscere uno o più strumenti di metodologia critico-letteraria, attraverso il commento di un testo letterario.
 
Nell'ambito dell'insegnamento di Letteratura Italiana del prof. Caputo è, inoltre, previsto il seguente seminario tenuto dal prof. Marcello Teodonio:
 
Lingua e dialetto nella letteratura italiana da Giuseppe Gioachino Belli ai giorni nostri
 
Il corso analizza un aspetto fondamentale della letteratura italiana, e cioè il rapporto lingua/dialetto. Si tratta di un aspetto che ha attraversato l’intera storia della letteratura, ma che ha visto un originale sviluppo dal Romanticismo a oggi. In particolare si approfondisce la situazione a Roma, con un percorso dentro la poesia di Giuseppe Gioachino Belli.
 
Gli studenti che seguiranno il corso saranno dispensati dalle letture a scelta da sostituire con lo studio del volume: Marcello Teodonio, Introduzione a Belli, Roma, Castelvecchi, 2017 e potranno concordare, direttamente con il prof. Teodonio, un elaborato specifico, secondo i criteri stabiliti di 6000 battute (spazi e note inclusi).
 
Il corso del prof. Teodonio avrà inizio lunedì 9 aprile e terminerà lunedì 28 maggio.
Gli incontri si svolgeranno secondo il seguente calendario:

Ogni LUNEDÌ dal 9/04 al 28/05, ore 9-11, aula T23A; 

VENERDÌ 13/04, 20/04 e 27/04, ore 13-15, aula T23B.
 

Anno Accademico: 
2017-2018
Ore: 
30
CFU: 
6
Semestre: 
Secondo semestre