Lingua polacca 2 - 2018-2019 - Modulo A+B - Laurea triennale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

È richiesta la conoscenza della lingua polacca al livello A1/A2

Obiettivi: 

Obiettivi formativi. Il corso si propone il raggiungimento del livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento (QCER) e  l’acquisizione di informazioni di tipo non solo linguistico, ma anche storico, politico e culturale sulla Polonia del XX secolo.

Risultati di apprendimento attesiCoerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante previsti dalla scheda SUA-CdS (quadri A.4.b.2, A.4.c):

  • Conoscenza e capacità di comprensione: adeguata conoscenza delle strutture grammaticali e morfosintattiche della lingua polacca affrontate durante il corso (livello B1); comprensione dei processi di manipolazione linguistica attuata durante il periodo della Repubblica Popolare di Polonia (1944-1989).
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: comprensione di testi di livello basilare, comunicazione orale in contesti comunicativi semplici, capacità di produrre testi scritti di livello elementare dimostrando un’adeguata padronanza delle strutture linguistiche apprese.
  • Autonomia di giudizio: Gli strumenti metodologici adottati nello svolgimento del corso svilupperanno nello studente una buona autonomia di giudizio critico e riflessione, nei limiti delle sue conoscenze e competenze.
  • Abilità comunicative: capacità di descrivere gli aspetti linguistici, storici e culturali presentati durante il corso con una buona proprietà di linguaggio e chiarezza espositiva.
  • Capacità di apprendere: capacità di mettere a frutto gli strumenti metodologici forniti, di utilizzare le fonti bibliografiche e di approfondire autonomamente gli argomenti affrontati durante il corso.
Programma: 

Il linguaggio della propaganda

Il corso intende fornire un quadro complessivo dei processi di manipolazione linguistica a fini propagandistici attuati durante gli anni della Repubblica Popolare di Polonia (1944-1989). Nella prima parte del corso (modulo A) saranno presentati gli aspetti teorici, metodologici e terminologici, con particolare attenzione alla cosiddetta “neolingua”. La seconda parte del corso (modulo B) sarà dedicata dall’analisi di materiali d’epoca (manifesti propagandistici, discorsi ufficiali, testi di stampo pubblicistico).

Metodi didattici: lezioni frontali, esercitazioni guidate, attività seminariali. Oltre al corso tenuto del docente, gli studenti devono frequentare il lettorato della durata annuale tenuto dalla prof.ssa Natalia Jałowiecka.

Metodi e criteri di verifica dei risultati di apprendimento: Esame scritto sugli argomenti affrontati a lezione (esercizi grammaticali, analisi testuale, prova di traduzione) ed esame orale che consiste in un  colloquio sui contenuti del programma. Si valuterà la qualità dell’elaborazione scritta e dell’espressione orale, la conoscenza dei contenuti previsti dal programma, la capacità di esposizione e analisi critica. Il voto finale dell’esame è la media aritmetica del test scritto e della prova orale.

Testi adottati: 

M. Głowiński, Tre saggi su nowomowa e linguaggio del potere, in “pl.it / rassegna italiana di argomenti polacchi”, n. 1, 2007, pp. 174-220

A. Amenta, Lo slogan nei manifesti propagandistici della Repubblica Popolare di Polonia, in F. Chiusaroli, F.M. Zanzotto (a cura di), Scritture brevi nelle lingue moderne, a cura di Quaderni di Linguistica Zero, Napoli 2012, pp. 21-40

J. Lukowski, H. Zawadzki, Polonia. Il paese che rinasce, Beit editrice Trieste, capp. Il comunismo e la guerra fredda e Una nuova Repubblica, pp. 279-343

oppure:

N. Davies, Boże igrzysko. Historia Polski, Kraków, Znak 2009, capp. Partia, PRL, Solidarność, Wolność, pp. 995-1138

A. Szydłowska, Il manifesto del periodo stalinista in Polonia: dal realismo socialista alla cultura pop, in “pl.it / rassegna italiana di argomenti polacchi”, n. 1, 2008, pp. 307-323

S. Walczewska, Donne e femminismo nella Polonia Popolare, in “pl.it / rassegna italiana di argomenti polacchi”, n. 1, 2008, pp. 682-690

Ulteriori materiali verranno forniti durante il corso.

Inglese
Prerequisites: 

Polish language competence: A1/A2

Aims: 

Educational objectives. The course aims to provide students with an A2/B1 level of the Common European Framework of Reference for Languages (CEFR) and the acquisition of historical, political, cultural knowledge on twentieth century Poland.

Expected results. In line with the educational objectives of the Study Program stated in the SUA-CdS (sections A.4.b.2, A.4.c), the training activity aims to provide students with the following knowledge and skills:

  • Knowledge and understanding: Appropriate knowledge of the grammatical and morphosyntactic structures of Polish language presented during the course (level A2/B1); understanding of the linguistic manipulation processes during the Polish People’s Republic (1944-1989).
  • Applying knowledge and understanding: Comprehension of basic texts; oral production in simple communicative contexts; and the ability to produce written texts showing an appropriate proficiency in the linguistic structures learned during the course.
  • Making judgements: The methodological tools used during the course will help students develop good autonomy of critical judgment and thinking, within the limits of their knowledge and skills.
  • Communication skills: Ability to describe linguistic aspects presented during the course with clearness and competence.
  • Learning skills: Properly use bibliographic sources; make use of methodological tools; and autonomously deepen knowledge of the topics presented during the course.
Programme: 

Language and Propaganda

The course aims to provide an overview on the linguistic manipulation processes carried out for propaganda purposes in the People’s Republic of Poland (1944-1989). Theoretical, methodological and terminological issues will be discussed during the first part of the course (module A), with particular focus on the so-called “newspeak”. The second part of the course (module B) will be entirely devoted to the analysis of a series of texts such as propaganda posters, official speeches, newspaper articles.

Didactic methods: Lectures, seminars, and practical lessons in the classroom. In addition to this course, students are expected to attend the annual class held by prof. Natalia Jałowiecka.

Methods and criteria for verification of learning outcomes: Written test on the topics presented during the course (grammatical exercises, textual analysis, translation proof) and an oral exam consisting of an interview on the contents of the program. Students will be evaluated on the quality of written and oral production, knowledge of the contents of the program, speaking ability, and critical analysis. Both exams will be evaluated on a scale of 30, and the final score will be the arithmetical average of the two.

Texts adopted: 

M. Głowiński, Tre saggi su nowomowa e linguaggio del potere, in “pl.it / rassegna italiana di argomenti polacchi”, n. 1, 2007, pp. 174-220

A. Amenta, Lo slogan nei manifesti propagandistici della Repubblica Popolare di Polonia, in F. Chiusaroli, F.M. Zanzotto (a cura di), Scritture brevi nelle lingue moderne, a cura di Quaderni di Linguistica Zero, Napoli 2012, pp. 21-40

J. Lukowski, H. Zawadzki, Polonia. Il paese che rinasce, Beit editrice Trieste (chapters: Il comunismo e la guerra fredda, Una nuova Repubblica, pp. 279-343)

or:

N. Davies, Boże igrzysko. Historia Polski, Kraków, Znak 2009 (chapters: Partia, PRL, Solidarność, Wolność, pp. 995-1138)

A. Szydłowska, Il manifesto del periodo stalinista in Polonia: dal realismo socialista alla cultura pop, in: “pl.it / rassegna italiana di argomenti polacchi”, n. 1, 2008, pp. 307-323

S. Walczewska, Donne e femminismo nella Polonia Popolare, in: “pl.it / rassegna italiana di argomenti polacchi”, n. 1, 2008, pp. 682-690

Further materials will be provided during the course.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova scritta
Prova orale
Anno Accademico: 
2018-2019
Ore: 
60
CFU: 
12
Semestre: 
Primo semestre