Materiali e tecniche nel mondo greco e romano - 2018-2019 - Laurea triennale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Si raccomanda la frequenza del presente Corso dopo aver sostenuto l’esame di Archeologia e Storia dell’arte greca e romana.

Obiettivi: 

Obiettivi formativi: ll corso si propone di fornire allo studente un approfondimento delle tecniche artigianali e artistiche utilizzate nel mondo greco e romano, in relazione all’adozione dei differenti materiali, alla loro destinazione d’uso, all’evoluzione delle competenze, degli strumenti e degli apprestamenti artigianali e artistici. In particolare, obiettivo del Corso è fornire un’adeguata conoscenza dei materiali utilizzati e del loro impiego nei diversi ambiti di applicazione artigianale e artistica, delle fonti e della  relativa trattatistica antica su materiali e tecniche artigianali e artistiche, integrata da eventuali aggiornamenti su scoperte recenti e problematiche relative allo studio e alla ricerca.

Risultati di apprendimento attesi

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante previsti dalla scheda SUA-CdS (quadri A.4.b.2, A.4.c), l'attività formativa di questo modulo, oltre a quanto specificato sopra, si propone di fornire allo studente le seguenti conoscenze e abilità:

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del corso e dello studio, ci si aspetta che gli studenti siano capaci di orientarsi con sufficiente consapevolezza tra gli argomenti disciplinari, di distinguere qualità e caratteristiche dei vari materiali, di riconoscere le tecniche artigianali e artistiche utilizzate e di utilizzare consapevolmente tutte le fonti a disposizione.

Autonomia di giudizio: Le competenze acquisite servono non solo ad affinare strumenti e metodologie d’indagine, ma anche a far raggiungere una autonoma capacità di orientamento nella ricerca. L'attitudine a elaborare giudizi autonomi sarà indotta in aula nel confronto con il docente e con gli altri studenti in modalità didattica seminariale, e nell'abitudine a una lettura comparata dei testi scientifici e dei documenti.

Abilità comunicative: Oltre all’acquisizione di un vocabolario tecnico specifico, gli studenti saranno capaci di esporre con proprietà di linguaggio e consapevolezza i diversi aspetti trattati.

Capacità di apprendimento: Capacità di affrontare con gli strumenti appropriati lo studio dei manufatti artigianali e artistici

Programma: 

Programma:

Le lezioni cominceranno nel secondo semestre.

Attraverso la rilettura delle principali fonti documentarie e l’esame ravvicinato di alcuni casi specifici, verranno analizzati strumenti e tecniche di realizzazione di differenti materiali e generi artistici, sia nei loro aspetti precipuamente materici e relativi alle fasi di lavorazione a seconda della destinazione d’uso, sia  dal punto di vista storico-artistico. Materiali e tecniche, come specificato di seguito, verranno suddivisi in cinque ambiti tematici: A) Argilla e terracotta; B) Marmo e pietra; C) Pittura; D) Mosaico; E) Metalli. Per ciascuno di questi ambiti si procederà dall’esame delle fonti scritte e delle caratteristiche dei materiali, alla disamina delle tecniche di lavorazione note, degli strumenti impiegati e delle differenti tipologie di prodotti, all’illustrazione di testimonianze dall’età geometrica all’età ellenistico-romana.

In dettaglio:

Tema A) ARGILLA E TERRACOTTA 

A.1) Ceramica: tecniche di realizzazione dei vasi; tecniche artistiche di rivestimento e decorazione: “Pittori e vasai”: la pittura vascolare greca e romana (tecniche, tipologie vascolari, temi iconografici); fornaci da vasaio;

A.2) TERRACOTTA: Coroplastica; Statuaria; Decorazione architettonica. Note sullo sviluppo tecnico della realizzazione di figurine in terracotta; Dalle figure plasmate a mano all’utilizzo delle matrici; Statue di grandi dimensioni in terracotta; decorazione architettonica in terracotta.

Tema B) MARMO E PIETRA 

B.1) Architettura: “L’arte di costruire” nel mondo greco e romano: materiali e tecniche edilizie.

B.2) Scultura: strumenti e materiali.

B.3) Le pietre preziose

Tema C) PITTURA  

C.1) “Il colore” nel mondo greco e romano: fonti scritte, tecniche, generi e testimonianze della pittura greca e romana. 

Tema D) MOSAICO

D1.) Il mosaico in Grecia e a Roma (tecniche, repertori iconografici, destinazioni).

Tema E) METALLI

E.1) Statuaria in bronzo: tecniche di fusione, strumenti e officine.  

 

Metodi didattici

Le lezioni frontali, svolte con l’ausilio di immagini e power point vengono sempre accompagnate da un approccio tutoriale volto a verificare la comprensione dei concetti appena esposti, dalla discussione, dallo studio di casi e dall’attenzione al “problem solving”. Il numero degli studenti in aula determinerà l’applicazione di eventuali ulteriori strategie di apprendimento quali l’apprendimento di gruppo, l’approfondimento di temi specifici attraverso elaborazione di una tesina da discutere con docenti e studenti, la visita guidata a monumenti e manufatti o contesti di particolare interesse, auspicabilmente da organizzare in concomitanza con altre discipline d’insegnamento, al fine di incrementare l’abitudine alla interdisciplinarietà e alla divulgazione didattica e scientifica.

 

 

Testi adottati: 

I testi di riferimento relativi ai singoli ambiti tematici verranno forniti durante il Corso dal docente in forma di dispense e fotocopie:

Per le fonti antiche:

Estratti da M. Vitruvius Pollio, De Architectura, I-X; C. Plinius Secundus, Naturalis Historia, XXXIV-XXXVI.; G. Melina, Plinio il Vecchio e la sua storia dell'arte antica (Ars & Humanitas 2001), pp. 127-150.

Sui singoli temi:

A) (Argilla e terracotta) – Estratti da: N. Cuomo di Caprio, Ceramica in Archeologia 2, Roma 2007, pp. 141-546 ca. A. Muller, Artisans, techniques de production et diffusion: le cas de la coroplathie, in F. Blondè-A. Muller, L’artisanat en Grèce ancienne : les productions, les diffusions ; Actes du colloque de Lyon (10-11 décembre 1998) , Villeneuve-d’Ascq 2000, pp. 91-106; A. Muller, L’atelier du coroplathe: un cas particulier dans la production céramique grecque, in Perpective 1, 2014, pp. 63-82;  M. Pisani, Sofistica e gioco sull’astragalo di Sotades. Socrate, le Charites e le Nuvole, in Horti Hesperidum, III, 2013, 1, pp. 55-83.

 B) (Marmo e pietra) – Estratti da: J. P. Adam, L’Arte di costruire presso i Romani. Materiali e tecniche, Milano 2001 (VI ed.), pp. 23-163; Handouts;

C) (Pittura parietale) – Estratti da:  TECT 1: un progetto per la conoscenza della pittura parietale romana nell’Italia settentrionale a cura di M. Salvadori;

 D) (Mosaico) – Estratti da: Enciclopedia dell’Arte Antica, Classica e Orientale: AA.VV., Mosaico (1995); U.Pappalardo, R. Ciardiello, Mosaici greci e romani: tappeti di pietra in età ellenistica e romana, San Giovanni Lupatoto (Verona) 2010, pp. 7-94.

E] (Metalli) – W.D. Heilmeyer, Progresso tecnico nella fusione dei bronzi di età classica?  E. Formigli (a cura di), Antiche officine del bronzo, materiali, strumenti e tecniche Siena 1993, pp. 13-28. Caso studio: i Bronzi di Riace, estratti da: M.Paoletti, S. Settis, Sul buono e sul cattivo uso dei bronzi di Riace , Roma 2015, pp. IX-XIII, 3-20.

 

Metodi e criteri di verifica dei risultati di apprendimento

Esame orale che consiste in colloquio della durata di circa 30 minuti sui contenuti del programma. Criteri di valutazione: verranno valutate: la conoscenza dei contenuti previsti dal programma, la qualità dell'espressione orale e la capacità di analisi critica e di applicazione degli strumenti di lettura e interpretazione acquisite.

Inglese
Prerequisites: 

It is recommended the frequency of this course after having attended the lessons of Archeology and History of Greek and Roman art.

Aims: 

Educational objectives: The course aims to provide students with an in-depth study of the craft and artistic techniques used in the Greek and Roman world, according to the adoption of different materials, their intended use, the evolution of skills, tools and of the craft’s and artistic processes. In particular, the objective of the course is to provide adequate knowledge of the materials used and their use in the various areas of craftsmanship and artistic application, of the sources and related ancient treatises on materials and craft and artistic’s  techniques, supplemented by any updates on recent discoveries and problems related to study and research.

 

Expected learning outcomes

According to the training objectives provided by the SUA-CdS (sections A.4.b.2, A.4.c), the training activity of this module, in addition to what is specified above, proposes to provide the student with the following knowledge and skills:

Ability to apply knowledge and understanding: at the end of the course and the study, students are expected to be able to orient themselves with sufficient awareness between the disciplinary topics, to distinguish the qualities and characteristics of the various materials, to recognize the craft and artistic techniques used. and to consciously use all available sources.

Autonomy of judgment: The skills acquired not only serve to refine the tools and methods of investigation, but also to achieve an autonomous capacity for orientation in research. The attitude to elaborate independent judgments will be induced in the classroom in comparison with the teacher and with the other students in seminar mode, and in the habit of a comparative reading of scientific texts and documents.

Communication skills: In addition to the acquisition of a specific technical vocabulary, students will be able to display the various aspects treated with language and awareness.

Learning skills: Ability to deal with the appropriate tools the study of handicraft and artistic artifacts.

Programme: 

Program:

The lessons will begin in the second semester.

Through the reading of the main documentary sources and the close examination of some specific cases, tools and techniques for the realization of different materials and artistic genres will be analyzed, both in their main material aspects and related to the processing phases depending on the intended use , both from the historical-artistic point of view. Materials and techniques, as specified below, will be divided into five thematic areas: A) Clay and terracotta; B) Marble and stone; C) Painting; D) Mosaic; E) Metals. For each of these areas we will proceed from the examination of the written sources and the characteristics of the materials, the examination of the known working techniques, the tools used and the different types of products, the illustration of testimonies from the Geometric Period to the Hellenistic and Roman one.

In detail:

Theme A) CLAY AND TERRACOTTA

A.1) POTTERY: techniques and procedures for making vessels; painting and decoration techniques of the pottery: "Painters and potters": Greek and Roman pottery (techniques, typologies, iconographic themes); potter's kilns;

A.2) TERRACOTTA: Clay production of figurines; Statuary; Architectural decoration. Notes on the technical development of the realization of terracotta figurines; From the figures shaped by hand to the use of the moulds; Large-size terracotta figures; architectural decoration in terracotta.

Theme B) MARBLE AND STONE

B.1) Architecture: "The art of building" in the Greek and Roman world: building materials and techniques.

B.2) Sculpture: tools and materials.

B.3) Precious stones

Theme C) WALL PAINTING

C.1) "Color" in the Greek and Roman world: written sources, techniques, genres and testimonies of Greek and Roman painting.

Theme D) MOSAIC

D1.) The mosaic in Greece and in Rome (techniques, iconographic repertoires, destinations).

Theme E) METALS

E.1) Bronze statuary: casting techniques, tools and workshops.

 

Teaching methods:

The lectures, carried out with the aid of images and power points are always accompanied by a tutorial approach aimed at verifying the understanding of the concepts just exposed, by the discussion, by the study of cases and attention to "problem solving". The number of students in the classroom will determine the application of any further learning strategies such as group learning, the deepening of specific themes through the elaboration of a paper to be discussed with teachers and students, the guided tour of monuments and artefacts or contexts of particular interest, hopefully to be organized concurrently with other teaching disciplines, in order to increase the habit of interdisciplinarity and educational and scientific dissemination.

Texts adopted: 

The reference texts related to the individual thematic areas will be provided during the course by the teacher in the form of handouts and photocopies.

For the ancient sources:

Extracts from: M. Vitruvius Pollio, De Architectura, I-X; C. Plinius Secundus, Naturalis Historia, XXXIV-XXXVI.; G. Melina, Plinio il Vecchio e la sua storia dell'arte antica (Ars & Humanitas 2001), pp. 127-150.

On single topics:

 A) (Clay and terracotta) – N. Cuomo di Caprio, Ceramica in Archeologia 2, Roma 2007, pp. 141-546 ca.; A. Muller, Artisans, techniques de production et diffusion: le cas de la coroplathie, in F. Blondè-A. Muller, L’artisanat en Grèce ancienne : les productions, les diffusions ; Actes du colloque de Lyon (10-11 décembre 1998) , Villeneuve-d’Ascq 2000, pp. 91-106; A. Muller, L’atelier du coroplathe: un cas particulier dans la production céramique grecque, in Perpective 1, 2014, pp. 63-82; M. Pisani, Sofistica e gioco sull’astragalo di Sotades. Socrate, le Charites e le Nuvole, in Horti Hesperidum, III, 2013, 1, pp. 55-83.

 B) (Marble and stones) – Extracts from: J. P. Adam, L’Arte di costruire presso i Romani. Materiali e tecniche, Milano 2001 (VI ed.), pp. 23-163; Handouts;

C) (Wall Painting) – Handouts and extracts from TECT 1: un progetto per la conoscenza della pittura parietale romana nell’Italia settentrionale a cura di M. Salvadori;

 D) (Mosaic) – Extracts by Enciclopedia dell’Arte Antica, Classica e Orientale: AA.VV., Mosaico (1995); U.Pappalardo, R. Ciardiello, Mosaici greci e romani: tappeti di pietra in età ellenistica e romana, San Giovanni Lupatoto (Verona) 2010, pp. 7-94.

E] (Metals) – W.D. Heilmeyer, Progresso tecnico nella fusione dei bronzi di età classica?  E. Formigli (a cura di), Antiche officine del bronzo, materiali, strumenti e tecniche Siena 1993, pp. 13-28. Caso studio: i Bronzi di Riace, estratti da: M.Paoletti, S. Settis, Sul buono e sul cattivo uso dei bronzi di Riace , Roma 2015, pp. IX-XIII, 3-20.

Methods and criteria for verification of learning outcomes

Oral exam consisting of an interview lasting about 30 minutes on the contents of the program. Evaluation criteria: the knowledge of the contents of the program, the quality of the oral expression and the ability to critically analyze and apply the tools for reading and interpreting acquired will be evaluated.

 

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova orale
Altre informazioni

Alcune lezioni si avvarranno della presenza di specialisti dei singoli settori

Anno Accademico: 
2018-2019
Insegnato a: 
Carico didattico a: 
Ore: 
30
CFU: 
6
Semestre: 
Secondo semestre