Storia del pensiero scientifico antico - 2018-2019 - Modulo A - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Familiarità almeno a livello scolastico con la storia del pensiero filosofico antico.

Obiettivi: 

Al termine del corso lo studente possiede conoscenza specialistica dei principali momenti della storia del pensiero scientifico antico e delle sue relazioni con il contesto dell’epoca, ha appreso il metodo della ricerca e sa lavorare autonomamente sui principali autori e testi.

Programma: 

Razionale e irrazionale nel pensiero scientifico antico. Il corso intende indagare il ruolo e il rapporto reciproco delle diverse figure che, nell’antichità greca, ma anche egizia e del Vicino Oriente operavano nel campo della conoscenza tecnico-scientifica e si ponevano in concorrenza con la figura dello ‘scienziato’ che noi diciamo razionale. Si indagherà così il progressivo costituirsi di un pensiero che i moderni chiameranno “scientifico”, di un metodo d’indagine che vede il passaggio da una fase aurorale avvolta nella dimensione sacrale alla consapevolezza metodologica della “scienza”, tuttavia accompagnata dal persistere di pratiche magico-religiose. Tra le varie discipline, la medicina sarà in particolare al centro dell’analisi.

 

Il corso sarà strutturato in lezioni frontali con ricorso a strumenti informatici e uso regolare del proiettore. Gli studenti saranno sollecitati a interagire attivamente nel corso delle lezioni.

La verifica dell’apprendimento sarà effettuata mediante una prova orale al termine del corso, ed eventualmente, per gli studenti che optino per tale possibilità, mediante un elaborato scritto concordato con il docente da presentare nel corso delle lezioni o in sede d’esame.

Testi adottati: 

Materiali forniti a lezione. Inoltre:

L. Perilli, D. Taormina (a cura di), La filosofia antica. Itinerario storico e testuale, Utet, Torino 2012 (i capitoli indicati durante il corso)

G.E.R. Lloyd, Magia ragione esperienza, Bollati Boringhieri, Torino 1982

M.L. Gemelli, A chi profetizza Eraclito di Efeso? Eraclito «specialista del sacro» fra Oriente e Occidente, in Grecia Maggiore: Intrecci culturali con l’Asia nel periodo arcaico, ed. C. Riedweg, Basel 2009 (il saggio è disponibile online)

E.R. Dodds, I Greci e l’irrazionale, La Nuova Italia, Firenze 1951 (rist. 2009)

Inglese
Prerequisites: 

Basic knowledge of the main authors and topics of ancient philosophy.

Aims: 

At the end of the course the student will have specialized knowledge of the main issues in the history of ancient scientific thought and its relations with the context. He will have learned the method of research and will know how to work independently on the main authors and texts.

Programme: 

Rational and irrational in ancient scientific thought. The course aims to investigate the role and the mutual relationship of the different figures that, in ancient Greek, but also in Egyptian and the Near East, worked in the field of technical-scientific knowledge while competing with the figure of the so-called rational 'scientist'. The development of what the moderns call "scientific thought" will be investigated, and the passage from the initial phase with its dominant sacral dimension to a deeper methodological awareness, itself however accompanied by the persistence of magical and religious practices. Among the various disciplines, medicine will be in particular at the core of the analysis.

 

The course will be arranged in lectures with recourse to IT tools and beamer.Students will be urged to interact actively during the lessons.

The final assessment of learning will be carried out by an oral test at the end of the course, and – for students opting for this possibility –, through one written paper agreed with the teacher, to be presented during the lessons or during the exam.

Texts adopted: 

Materials will be given to students during the class. Furthermore:

 

L. Perilli, D. Taormina (eds.), Ancient Philosophy, Routledge, London 2017 (the relevant chapters will be indicated during the class)

G.E.R. Lloyd, Magic reason experience, Cambridge University Press, 1978 (repr. 2000)

M.L. Gemelli, A chi profetizza Eraclito di Efeso? Eraclito «specialista del sacro» fra Oriente e Occidente, in Grecia Maggiore: Intrecci culturali con l’Asia nel periodo arcaico, ed. C. Riedweg, Basel 2009 (available online)

E.R. Dodds, The Greeks and the Irrational, University of California Press 1951 (repr. 2004)

Anno Accademico: 
2018-2019
Insegnato a: 
Docente: 
Carico didattico a: 
Ore: 
30
CFU: 
6
Semestre: 
Primo semestre