Storia della Filosofia - 2018-2019 - Modulo A - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

•         Buona conoscenza delle linee fondamentali del pensiero dei Presocratici e di Agostino

•         Buona conoscenza delle linee fondamentali della storia della filosofia moderna e contemporanea

Obiettivi: 

1. Obiettivi formativi: Il modulo si strutturerà in coerenza con gli obiettivi formativi del corso di laurea. Il Corso di laurea magistrale in Filosofia si configura come un laboratorio di ricerca e di pensiero, dove gli studenti abbiano la possibilità di confrontarsi direttamente con le sfide intellettuali poste dalle problematiche proprie delle varie articolazioni del sapere filosofico. La formazione offerta da questo corso è orientata alla capacità di elaborazione di griglie interpretative e critiche atte a decodificare la complessità della realtà contemporanea, sulla base di specifiche competenze derivanti da un approfondito confronto con i codici elaborati nel corso del tempo nella nostra come in altre tradizioni culturali. L'organizzazione di seminari e giornate di studio, aperte alla partecipazione di studiosi di altre università italiane e straniere, completa e arricchisce l'offerta formativa.

 

2. Risultati di apprendimento attesi:

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante previsti dalla scheda SUA-CdS (quadri A.4.b.2, A.4.c), l'attività formativa di questo modulo si propone di fornire allo studente le seguenti conoscenze e abilità:

 

- Conoscenza e capacità di comprensione: - acquisizione di una conoscenza avanzata delle tematiche filosofiche in esame nelle loro varie articolazioni; sviluppo della conoscenza delle determinate metodologie di analisi storico-critica e argomentativa dei concetti pertinenti alle tematiche in esame; sviluppo della conoscenza più particolareggiata di specifici e avanzati ambiti della ricerca filosofica; conseguimento della capacità di comprendere teorie e modelli interpretativi propri del sapere filosofico.

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: capacità di applicare le conoscenze di carattere filosofico e storico-filosofico acquisite; capacità di formulare problemi, di natura strettamente filosofica e non, e proporre soluzioni anche originali attraverso l'impiego di strumenti logico-argomentativi.

- Autonomia di giudizio: autonomia nel riconoscere, raccogliere ed elaborare le ipotesi interpretative riguardo alla genesi e all'evoluzione dei problemi filosofici; autonomia nel formulare riflessioni non solo su tematiche di natura strettamente filosofica, ma anche su questioni di rilievo più ampiamente culturale e sociale.

- Abilità comunicative: elaborazione di argomentazioni con finalità informativa e/o problematica e ricaduta didattica e/o operativa, diversificate a seconda che siano mirate a interlocutori specialisti o non specialisti.

- Capacità di apprendere: sviluppo della capacità di lavorare autonomamente e criticamente sui testi filosofici; padronanza degli strumenti d'analisi acquisiti nel corso degli studi.

Programma: 

Titolo del modulo:

Momenti di una storia del nulla: il nulla come assenza (con lettura di passi dalle opere di Parmenide, Agostino, Kant, Nietzsche)

Descrizione:

Il modulo prosegue il ciclo di corsi avviato l’anno passato con l’intento di ricostruire le varie declinazioni con cui la nozione di “nulla” si affaccia nel pensiero di gran parte dei filosofi occidentali, ora in posizione prominente ora più defilata ma non per questo meno influente. Tale ricostruzione ha luogo attraverso la considerazione di alcuni testi d’autore che testimoniano le particolari accezioni con cui tale concetto è entrato a fare parte della nostra tradizione di pensiero. Il modulo di quest’anno si concentra sull’accezione del nulla come mancanza o assenza, vale a dire come contraltare rispetto a ciò che è di volta in volta considerato come cardinale fattore di significatività. Sotto questo profilo sono riconducibili a un comune orientamento di massima verso il nulla impostazioni di pensiero tra loro nettamente diverse quali quella di alcuni presocratici, quella agostiniana, quella trascendentalista kantiana e quella nichilista nietscheana.

 

 

Metodi didattici:

Lezioni frontali; analisi di testi.

 

Metodi e criteri di verifica dei risultati di apprendimento:

Esame orale volto ad accertare se e in quale misura l’esaminando abbia acquisito una buona conoscenza dei testi inclusi nel programma d’esame, una adeguata capacità di cogliere e interpretare le problematiche trattate nei testi, una adeguata competenza nell’impiego del lessico specifico e una consistente capacità argomentativa relativamente alle tematiche studiate.

Testi adottati: 

1.    Per i frequentanti: Selezione di testi da Anassimandro, Parmenide, Agostino, Kant e Nietzsche. Tali testi saranno oggetto delle lezioni e saranno indicati durante il corso.

1bis.    I non frequentanti sostituiranno il punto 1. con i seguenti testi:

- Parmenide, frammenti 1-8 Diels-Kranz (una qualsiasi edizione)

- F. Nietzsche, La gaia scienza, a cura di C. Gentili, Torino 2015

2.    S. Givone, Storia del nulla , Roma-Bari 1995

3.    F. Volpi, Il nichilismo, Roma-Bari 1995

Inglese
Prerequisites: 

Good knowledge of the key elements of the history of Presocratic philosophy and Augustine’s thought

Good knowledge of the key elements of the history of modern and contemporary philosophy

Aims: 

Expected results:

In line with the educational objectives of the Study Program stated in the SUA-CdS (sections A.4.b.2, A.4.c), the training activity aims to provide the student with the following knowledge and skills:

Knowledge and understanding: Knowledge of the topics that make up the object of the course.

Applying knowledge and understanding: Acquisition of argumentative skills about the topics studied.

Making judgements: Ability to understand, interpret, and process the problems presented during the course.

Communication skills: Acquisition of a specific vocabulary and argumentative skills about the topics studied.

Learning skills: Development of the ability to work autonomously and critically on philosophical texts.

Programme: 

Course unit title

Momenti di una storia del nulla: il nulla come assenza (con lettura di passi dalle opere di Parmenide, Agostino, Kant, Nietzsche)

 

Didactic methods:

lectures, analysis of texts.

 

Methods and criteria for verification of learning outcomes:

Oral exam aimed at ascertaining the acquisition of a good knowledge of the texts included in the exam program, an adequate ability to grasp and interpret the problems dealt with in the texts, an adequate competence in the use of the specific vocabulary and a consistent argumentative capacity regarding the themes studied.

Texts adopted: 

1.    Per i frequentanti: Selezione di testi da Anassimandro, Parmenide, Agostino, Kant e Nietzsche. Tali testi saranno oggetto delle lezioni e saranno indicati durante il corso.

1bis.    I non frequentanti sostituiranno il punto 1. con i seguenti testi:

- Parmenide, frammenti 1-8 Diels-Kranz (una qualsiasi edizione)

- F. Nietzsche, La gaia scienza, a cura di C. Gentili, Torino 2015

2.    S. Givone, Storia del nulla , Roma-Bari 1995

3.    F. Volpi, Il nichilismo, Roma-Bari 1995

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale
Anno Accademico: 
2018-2019
Insegnato a: 
Carico didattico a: 
Ore: 
30
CFU: 
6
Semestre: 
Secondo semestre