Storia della Filosofia medievale - 2018-2019 - Modulo A - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Gli studenti devono aver sostenuto il modulo di Storia della filosofia medievale, laurea triennale.

Obiettivi: 

si attende che lo studente acquisisca conoscenze specifiche su particolari momenti dello sviluppo storico della riflessione filosofica nel medioevo e la capacità di leggere criticamente i testi proposti a lezione.

Risultati di apprendimento attesi: coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante, previsti dalla scheda SUA-CdS, l’attività formativa di questo modulo si propone di fornire allo studente le seguenti conoscenze e abilità: conoscenza e capacità di comprensione, capacità di applicare le conoscenze, autonomia di giudizio e abilità comunicativeapplicate allo studio del pensiero filosofico nel secolo XIII, anche nei suoi collegamenti interdisciplinari con altri settori umanistici.

Programma: 

Titolo del corsoAristotele e i magistri artium: il caso di Boezio di Dacia

Il corso intende mettere a fuoco la corrente di pensiero dell’aristotelismo cosiddetto “eterodosso” o “radicale”, che la storiografia riconduce alle dottrine di ispirazione aristotelico-averroista sviluppate dai maestri delle Arti all’università di Parigi dalla metà del 1200 e condannate nel celebre sillabo del vescovo Stefano Tempier nel 1277. Il corso verterà in modo particolare sulle tre opere fondamentali (Sull’eternità del mondoSui sogniSul sommo bene) di Boezio di Dacia, maestro danese operante a Parigi, la cui fama fu oscurata dalla censura episcopale e il cui insegnamento fu riscoperto solo in età moderna. I testi verranno letti in italiano, utilizzando la recentissima traduzione a cura di Luca Bianchi, con l’ausilio dei testi latini. Questi ultimi verranno forniti a lezione insieme a dispense e materiali integrativi, relativi in particolare a Tommaso d’Aquino, il cui insegnamento fungerà da termine di paragone per inquadrare le dottrine del maestro danese. Gli studenti lavoratori non frequentanti devono concordare con la docente le integrazioni bibliografiche fra i testi di riferimento indicati e altri che verranno comunicati al termine del corso.

Testi adottati: 

Boezio di Dacia, Sull’eternità del mondo, Sui sogni, Sul sommo bene, a cura di Luca Bianchi, Milano, La Vita Felice 2017

 

Testi di riferimento(su cui gli studenti non frequentantidovranno concordare con la docente il programma integrativo):

- Boethii Daci Opera, in Corpus Philosophorum Danicorum Medii Aevi, IV-VIII, Copenhagen 1969-76

-A. de Libera, La filosofia medievale, Bologna, Il Mulino 1999

- V. Sorge, Averroismo, Napoli, Guida 2007

- S. Landucci, La doppia verità. Conflitti di ragione e fede tra Medioevo e prima modernità, Bologna, Il Mulino 2006

- L. Bianchi (a cura di), La filosofia nelle università. Secoli XIII e XIV, Firenze, La Nuova Italia 1997

- L. Bianchi, L’errore di Aristotele. La polemica contro l’eternità del mondo nel XIII secolo, Firenze, La Nuova Italia 1984

- L. Bianchi, Il vescovo e i filosofi. La condanna parigina del 1277 e l’evoluzione dell’aristotelismo scolastico, Bergamo, Lubrina 1990 

Inglese
Prerequisites: 

Students must have passed the exam in Storia della filosofia medievale, Laurea triennale

Aims: 

Educationalobjectives: the student is expected to acquire the basic knowledge concerning specific historical developments of medieval thought and the ability to critically comprehend the texts read at lesson.

Expected results: In line with the educational objectives of the Study Program stated in the SUA-CdS, the training activity aims to provide the student with the following knowledge and skills: Knowledge and understanding, Learning skills, Making judgements and Applying knowledge in the study of the scholastic philosophy, 13thand 14thcenturies, and in its interdiscilinary connections with other humanistic disciplines.

Programme: 

Title of the course: Aristotle and the magistri artium: Boethius of Dacia

The course focuses on the “heterodox” or “radical” Aristotelism, which recent historiography traces back to the Aristotelian and Averroistic doctrines that inspired the magisti artiumof Paris University since the mid-1200s and were condemned in the famous syllabus by Bishop Stephan Tempier in 1277. The course will analyse in particular the three fundamental works (On the Eternity of the WorldOn Dreamsand On the Supreme Good) by Boethius of Dacia, a Danish master working in Paris, whose fame was obscured by the episcopal censorship and whose teaching was rediscovered only in the modern age. The texts will be read in Italian, using the new translation by Luca Bianchi, with the help of the Latin texts. The latter will be provided in class along with handouts and supplementary materials, especially related to Thomas Aquinas, whose teaching will serve as a comparison to frame the doctrines of the Danish master. Non-attending students must agree with the teacher the bibliographic additions on the base of the reference texts hereafter indicated and others books which will be communicated at the end of the course.

Texts adopted: 

*Boezio di Dacia, Sull’eternità del mondo, Sui sogni, Sul sommo bene, a cura di Luca Bianchi, Milano, La Vita Felice 2017

Further study books(students not attendingthe coursemust contact the teacherfor choosing the integrative books):

- Boethii Daci Opera, in Corpus Philosophorum Danicorum Medii Aevi, IV-VIII, Copenhagen 1969-76

-A. de Libera, La filosofia medievale, Bologna, Il Mulino 1999

- V. Sorge, Averroismo, Napoli, Guida 2007

- S. Landucci, La doppia verità. Conflitti di ragione e fede tra Medioevo e prima modernità, Bologna, Il Mulino 2006

- L. Bianchi (a cura di), La filosofia nelle università. Secoli XIII e XIV, Firenze, La Nuova Italia 1997

- L. Bianchi, L’errore di Aristotele. La polemica contro l’eternità del mondo nel XIII secolo, Firenze, La Nuova Italia 1984

- L. Bianchi, Il vescovo e i filosofi. La condanna parigina del 1277 e l’evoluzione dell’aristotelismo scolastico, Bergamo, Lubrina 1990 

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Consigliata
Valutazione: 
Prova orale
Anno Accademico: 
2018-2019
Docente: 
Carico didattico a: 
Ore: 
30
CFU: 
6
Semestre: 
Secondo semestre