Storia della Filosofia tardoantica - 2018-2019 - Modulo A+B - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Nessun prerequisito

Obiettivi: 

Il Corso di laurea magistrale in Filosofia si configura come un laboratorio di ricerca e di pensiero, dove gli studenti abbiano la possibilità di confrontarsi direttamente con le sfide intellettuali poste dalle problematiche proprie delle varie articolazioni del sapere filosofico. La formazione offerta da questo corso è orientata alla capacità di elaborazione di griglie interpretative e critiche atte a decodificare la complessità della realtà contemporanea, sulla base di specifiche competenze derivanti da un approfondito confronto con i codici elaborati nel corso del tempo nella nostra come in altre tradizioni culturali. L'organizzazione di seminari e giornate di studio, aperte alla partecipazione di studiosi di altre università italiane e straniere, completa e arricchisce l'offerta formativa.

Risultati di apprendimento attesi:

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante previsti dalla scheda SUA-CdS (quadri A.4.b.2, A.4.c), l'attività formativa di questo modulo si propone di fornire allo studente le seguenti conoscenze e abilità:

- Conoscenza e capacità di comprensione: - acquisizione di una conoscenza avanzata della storia della filosofia e delle tematiche filosofiche nelle loro varie articolazioni; sviluppo della conoscenza delle principali metodologie di analisi storico-critica e argomentativa dei concetti fondamentali delle scienze filosofiche; sviluppo della conoscenza più particolareggiata di specifici e avanzati ambiti della ricerca filosofica; conseguimento della capacità di comprendere teorie e modelli interpretativi propri del sapere filosofico.
- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: capacità di applicare le conoscenze di carattere filosofico e storico-filosofico acquisite; capacità di gestire la complessità attraverso la capacità di organizzazione dei dati, anche in ambiti non strettamente connessi alle scienze filosofiche;
capacità di formulare problemi, di natura strettamente filosofica e non, e proporre soluzioni anche originali attraverso l'impiego di strumenti logico-formali e logico-argomentativi; capacità di elaborare progetti di ricerca attraverso l'impiego degli strumenti bibliografici, informatici e telematici.
- Autonomia di giudizio: autonomia nel riconoscere, raccogliere ed elaborare le ipotesi interpretative riguardo alla genesi e all'evoluzione dei problemi filosofici; autonomia nell’avanzare valutazioni pertinenti riguardo alle loro ricadute personali e sociali; autonomia nel formulare riflessioni non solo su tematiche di natura strettamente filosofica, ma anche su questioni di rilievo più ampiamente culturale e sociale.
- Abilità comunicative: composizione di testi di argomento filosofico e storico-filosofico che rispettino le norme stilistiche e formali comunemente richieste nella comunità scientifica; elaborazione di argomentazioni con finalità informativa e/o problematica e ricaduta didattica e/o operativa, diversificate a seconda che siano mirate a interlocutori specialisti o non specialisti; uso dei diversi strumenti comunicativi in modo efficace, mediante la consapevole adozione di modalità e registri specificamente commisurati al destinatario.

- Capacità di apprendere: sviluppo della capacità di lavorare autonomamente e criticamente sui testi filosofici, attraverso il controllo delle fonti e degli apparati di edizioni critiche; padronanza degli strumenti d'analisi acquisiti nel corso degli studi; capacità di acquisire informazioni e nozioni attraverso la consultazione dei repertori bibliografici e delle banche dati; acquisizione della capacità di provvedere in modo del tutto autonomo all'aggiornamento delle proprie conoscenze con lo studio di testi e documenti specialistici e accademici.

Programma: 

Titolo del corso: Plotino, sulla conoscenza di sé

 

Il corso intende mostrare il percorso teorico che conduce Plotino a interpretare il precetto delfico «conosci te stesso» da un lato per rispondere alle aporie scettiche sulla possibilità della conoscenza e, dall’altro, per ripensare le categorie filosofiche ereditate dall’ontologia classica quali essere e conoscenza. Il “conosci te stesso“ rappresenta così per Plotino un’occasione per presentare la propria gerarchia del reale.

Il corso, divisibile in due moduli (modulo A e modulo B), consisterà in una presentazione e discussione dettagliata del trattato plotiniano Sulle tre ipostasi che conoscono e su ciò che è al di là, Enneade V 3 . All’interno del corso verranno inoltre letti e discussi anche passi tratti dal Sofista di Platone, dal De anima e dalla Metafisica di Aristotle, dal Contro i matematici di Sesto Empirico, alcuni frammenti stoici, e passi dal Commentario alla Metafisica di Aristotele di Alessandro di Afrodisia.

Testi adottati: 

Modulo A

Plotino, Sulle tre ipostasi che conoscono e su ciò che è al di là, Enneade V 3 1-7; passi scelti da Platone, Aristotele, Sesto Empirico, Alessandro d’Afrodisia.

Letteratura:

Sul platonismo tardoantico:

R. Chiaradonna (a cura di), Filosofia tardoantica, Roma, Carocci, 2012, pp. 319

Su Plotino:

R. Chiaradonna, Plotino, Roma, Carocci, 2009, pp. 1-79

R. Chiaradonna, La conoscenza dell’anima discorsiva. Enn. V 3 (49) 2-3, in M. Di Pasquale Barbanti, D. Iozzia (ed), Anima e libertà in Plotino, Catania 2009, pp. 41-69.

 

Modulo B

Plotino, Sulle tre ipostasi che conoscono e su ciò che è al di là, Enneade V 3 8-17; passi scelti da Platone, Aristotele, Sesto Empirico, Alessandro d’Afrodisia.

Letteratura:

Sul platonismo tardoantico:

R. Chiaradonna (a cura di), Filosofia tardoantica, Roma, Carocci, 2012, pp. 319

Su Plotino:

R. Chiaradonna, Plotino, Roma, Carocci, 2009, pp. 81-198.

 

Gli studenti non frequentanti dovranno integrare i testi d’esame con il volume:

P. Hadot, Che cos'è la filosofia antica?, Torino, Einaudi, 1998, pp. 143-241.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale
Anno Accademico: 
2018-2019
Carico didattico a: 
Ore: 
60
CFU: 
12
Semestre: 
Secondo semestre