Storia e geografia linguistica dell'europa - 2017-2018 - Modulo A - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Prerequisiti: 

Almeno 6 CFU conseguiti nel SSD L-LIN/01 Glottologia e linguistica; conoscenza scolastica delle lingue inglese e latina

Obiettivi: 

Il corso mira a porre lo studente di fronte a problemi e temi specialistici (Descrittori di Dublino, 1) in diversi campi della linguistica, con particolare riguardo della geolinguistica e della linguistica comparata; a renderlo in grado di applicare le proprie conoscenze e capacità disoluzione dei problemi in contesti nuovi (lettura di iscrizioni “volgari”: Descrittori di Dublino, 2) ; di formulare giudizi corretti sulla base di informazioni incomplete o limitate (ricostruzione linguistica: Descrittori di Dublino, 3); di comunicare le proprie conoscenze in modo chiaro e preciso (esame orale: Descrittori di Dublino, 4); di maturare la capacità di proseguire gli studi nel campo della linguistica in modo autonomo (mastero o dottorato di ricerca: Descrittori di Dublino, 5). 

Programma: 

ASPETTI E PROBLEMI DEL LATINO VOLGARE
Il modulo verterà sul cd. latino volgare, che verrà studiato nelle sue fonti, nella sua dimensione
geolinguistica e nei suoi rapporti con le lingue romanze.

Testi adottati: 

V. Väänänen, Introduzione al latino volgare, Bologna, Pàtron, 1974 (o ristampe successive), pp. 1-
143;
E. Campanile, “Due studi sul latino volgare. I - Il latino volgare in età repubblicana”, L’Italia
dialettale 34 (1971) pp. 1-47;
J. Herman, “La différenciation territoriale du latin et la formation des langues romanes”, in Actes du
XVIIe Congrès International de Linguistique et Philologie Romanes, Aix-en Provence 1985, II, pp.
15-62 (rist. in Herman, Du latin aux langues romanes. Études de linguistique historique réunies par
S. Kiss, Tübingen, Niemeyer, 1990, pp. 62-92 [con 4 carte f.t.]);
P. Poccetti, “Metodi, percorsi e miraggi. Per una dialettologia del latino”, in Linguistica storica e
dialettologia. Atti del Convegno della Società Italiana di Glottologia (Catania, 3-5 ottobre 2002), a
c. di S. C. Trovato. Roma, il Calamo, 2004, pp. 147-236;
V. Väänänen, “Le problème de la diversification du latin”, in Väänänen, Recherches et récréations
latino-romanes, Napoli, Bibliopolis, 1981, pp. 27-59;
A. Zamboni, “Temi e problemi della transizione”, Rivista Italiana di Dialettologia 21 (1997) pp. 9-
71.

Inglese
Prerequisites: 

6 CFU SSD L-LIN/01 Glottologia e linguistica; school knowledge of English and Latin languages

Aims: 

To deal with in-depth studies in different fields of linguistics, especially geo-linguistics and historical-comparative linguistics; to enable students to show knowledge and understanding that extends and enhances that typically associated with the first cycle (Dublin Descriptor 1), to apply their knowledge and understanding, and problem solving abilities in new or unfamiliar environments within broader contexts (reading of “vulgar inscriptions”: Dublin Descriptor 2), to formulate judgments with incomplete or limited information (linguistic reconstruction: Dublin Descriptor 3), to communicate their knowledge clearly and unambiguously (oral exam: Dublin Descriptor 4), to have the learning skills to allow them to continue to study in a manner that may be largely selfdirected or autonomous (Dublin Descriptor 5).

Programme: 

ASPECTS AND PROBLEMS OF VULGAR LATIN
The course will study the so-called Vulgar Latin, his sources, his geo-linguistic dimension, his relationship with the Romance languages.

Texts adopted: 

V. Väänänen, Introduzione al latino volgare, Bologna, Pàtron, 1974 (or new reprints). The parts of this volume to be studied will be indicated during the course.
E. Campanile, “Due studi sul latino volgare. I - Il latino volgare in età repubblicana”, L’Italia dialettale 34 (1971) pp. 1-47;
J. Herman, “La différenciation territoriale du latin et la formation des langues romanes”, in Actes du XVIIe Congrès International de Linguistique et Philologie Romanes, Aix-en Provence 1985, II, pp. 15-62 (rist. in Herman, Du latin aux langues romanes. Études de linguistique historique réunies par S. Kiss, Tübingen, Niemeyer, 1990, pp. 62-92 [con 4 carte f.t.]);
P. Poccetti, “Metodi, percorsi e miraggi. Per una dialettologia del latino”, in Linguistica storica e dialettologia. Atti del Convegno della Società Italiana di Glottologia (Catania, 3-5 ottobre 2002), a c. di S. C. Trovato. Roma, il Calamo, 2004, pp. 147-236;
V. Väänänen, “Le problème de la diversification du latin”, in Väänänen, Recherches et récréations latino-romanes, Napoli, Bibliopolis, 1981, pp. 27-59;
A. Zamboni, “Temi e problemi della transizione”, Rivista Italiana di Dialettologia 21 (1997) pp. 9-71.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Valutazione: 
Prova orale
Anno Accademico: 
2017-2018
Ore: 
30
CFU: 
6
Semestre: 
Primo semestre