Teorie e tecniche dell'insegnamento dell'italiano - 2017-2018 - Modulo A+B - Laurea magistrale

Tu sei qui

Italiano
Obiettivi: 

Il corso propone un percorso formativo incentrato sull'acquisizione di conoscenze e di competenze utili a chi voglia operare nei diversi contesti di insegnamento dell’italiano, tanto come lingua materna quanto come lingua straniera o seconda. L’obiettivo primario è dunque fornire allo studente alcuni strumenti teorici fondamentali, necessari per la programmazione e lo svolgimento dell’attività didattica.

Programma: 

Il corso intende illustrare i fondamenti teorici e metodologici relativi all’insegnamento dell’italiano in diversi contesti. In particolare, si farà riferimento al contesto scolastico nel quale sempre più pressante è l’esigenza di impiegare tecniche e strategie adeguate per l’insegnamento ad alunni non italofoni. Partendo dal Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue si forniranno gli strumenti critici necessari alla definizione di bisogni ed obiettivi formativi nell’ambito dell’insegnamento dell’italiano L2/LS. Si affronteranno problematiche relative alla scelta del sillabo in base alle diverse tipologie di apprendenti, alla progettazione di unità di apprendimento e alla selezione e creazione di materiali didattici per lo sviluppo delle abilità di base. Agli studenti saranno quindi forniti strumenti utili ai fini di una progettazione consapevole di possibili percorsi didattici nell’ambito dell’insegnamento dell’italiano come lingua seconda e straniera.  

Testi adottati: 

MODULO A:

  • Bertocchi D., Ravizza G. e Rovida L. (a cura di), Metodi e strumenti per l'insegnamento e l'apprendimento dell'italiano, Edises, Napoli, 2016 (parti indicate a lezione).
  • Diadori P. (a cura di), Insegnare italiano a stranieri, Le Monnier, Milano, 2015 (parti indicate a lezione).
  • Andreoni A., Ama l’italiano. Segreti e meraviglie della lingua più bella, Piemme, Milano, 2017.

Ulteriori chiarimenti sui testi d’esame verranno forniti durante il corso.
 
Programma per non frequentanti. In aggiunta ai testi sopra indicati, si prevede lo studio integrale dei volumi: 
Bertocchi D., Ravizza G. e Rovida L. (a cura di), Metodi e strumenti per l'insegnamento e l'apprendimento dell'italiano, cit.
Diadori P. (a cura di), Insegnare italiano a stranieri, cit.
 
MODULO B:

  • Bertocchi D., Ravizza G. e Rovida L. (a cura di), Metodi e strumenti per l'insegnamento e l'apprendimento dell'italiano, Edises, Napoli, 2016 (parti indicate a lezione).
  • Diadori P. (a cura di), Insegnare italiano a stranieri, Le Monnier, Milano, 2015 (parti indicate a lezione).
  • Diadori P., Palermo M., Troncarelli D., Insegnare italiano come seconda lingua, Carocci, Roma, 20175 (parti indicate a lezione). 

Programma per non frequentanti. In aggiunta ai testi sopra indicati:
Favaro G., A scuola nessuno è straniero. Insegnare e apprendere nella scuola multiculturale, Giunti, Firenze, 2014.
Carloni G., Insegnare italiano a stranieri. Percorsi operativi, FrancoAngeli, Milano, 2015. 
 
Modulo unico (6 CFU)
Si rende noto che, a seconda di quanto previsto dal piano di studio di riferimento, sarà possibile sostenere anche solo 6 CFU del presente insegnamento, in tal caso il programma di riferimento è quello indicato per il Modulo A.

Modalità di erogazione: 
Tradizionale
Frequenza: 
Facoltativa
Valutazione: 
Prova orale
Altre informazioni

AVVISO  - “Teorie e tecniche dell’insegnamento dell’italiano” a.a. 2017/18
Il Mod. A avrà inizio il 26 aprile e terminerà il 4 maggio; 
il Mod. B avrà inizio il 7 maggio e terminerà 28 maggio.
Gli orari e le aule resteranno invariati: lunedì (T23B) e venerdì (T21), dalle 15 alle 18.
 
Nell'ambito del presente insegnamento è, inoltre, previsto il seguente seminario del prof. Marcello Teodonio: 
 
Lingua e dialetto nella letteratura italiana da Giuseppe Gioachino Belli ai giorni nostri
 
Il corso analizza un aspetto fondamentale della letteratura italiana e cioè il rapporto lingua/dialetto. Si tratta di un aspetto che ha attraversato l’intera storia della letteratura, ma che ha visto un originale sviluppo dal Romanticismo a oggi. In particolare si approfondisce la situazione a Roma, con un percorso dentro la poesia di Giuseppe Gioachino Belli.
 
Il seminario avrà inizio lunedì 9 aprile e terminerà lunedì 28 maggio.
 
Gli incontri si svolgeranno secondo il seguente calendario:

Ogni LUNEDÌ dal 9/04 al 28/05, ore 9-11, aula T23A; 

VENERDÌ 13/04, 20/04 e 27/04, ore 13-15, aula T23B.

 

Anno Accademico: 
2017-2018
Docente: 
Ore: 
60
CFU: 
12
Semestre: 
Secondo semestre