Presentazione Lingue nella società dell’informazione

Tu sei qui

Classe di laurea
L-11 Lingue e culture moderne
Facoltà del corso
LETTERE e FILOSOFIA
Coordinatore:  Prof. Antonio Filippin
e-mail filippin@lettere.uniroma2.it

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-11 Lingue e culture moderne

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:

* possedere una solida formazione di base in linguistica teorica e in lingua e letteratura italiana;

* possedere la padronanza scritta e orale di almeno due lingue straniere (di cui una europea, oltre l'italiano), nonché del patrimonio culturale delle civiltà di cui sono espressione e una eventuale sufficiente competenza scritta e orale in una terza lingua;

* essere in grado di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

Sbocchi occupazionali e attività professionali previsti dai corsi di laurea sono nei settori dei servizi culturali, del giornalismo, dell'editoria e nelle istituzioni culturali, in imprese e attività commerciali, nelle rappresentanze diplomatiche e consolari, nel turismo culturale e nell'intermediazione culturale, nonché nella formazione degli operatori allo sviluppo in contesti multietnici e multiculturali.

Ai fini indicati, i corsi di laurea della classe si possono differenziare caratterizzandosi, ad esempio, in direzione delle lingue e delle culture europee, ovvero in direzione delle lingue e delle culture di una o più aree extraeuropee, ovvero in funzione della comunicazione interculturale.

Gli atenei organizzeranno, in accordo con enti pubblici e privati i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento dei crediti richiesti per le attività formative corrispondenti a specifici profili professionali, ovvero corsi e altre esperienze formative e culturali atti a favorire l'inserimento del laureato nel mondo del lavoro.
 

Sintesi della consultazione con le organizzazioni rappresentative a livello locale della produzione, servizi, professioni

Data della consultazione con la Società Eustema S.p.a.- Roma: 14 gennaio 2008
La società Eustema S.p.a., dopo aver esaminato l'ordinamento didattico del Corso di Laurea, dichiara che l'offerta didattica è in linea con le professionalità ricercate nel settore informatico e, in particolare, individua la figura professionale del programmatore java junior.
Data della consultazione con la Hochfeiler S.r.l. – Roma: diversi incontri con lettera finale del 24 gennaio 2008
La Hochfeiler S.r.l., dopo diversi colloqui e incontri, esprime un giudizio di convinta adesione all'offerta formativa proposta che, fornendo le competenze trasversali necessarie alla comunicazione con strumenti innovativi, assicura la preparazione teorica e pratica per le figure professionali di cui il settore dell'informatica e dei nuovi media ha bisogno.
 

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso di laurea in Lingue nella Società dell'Informazione ha il compito primario di organizzare cicli compiuti di studi che assicurino allo studente un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, nonché l'acquisizione di specifiche conoscenze professionali. Obiettivi formativi qualificanti del Corso di laurea sono:
- una solida formazione di base in linguistica teorica e in lingua e letteratura italiana;
- la completa padronanza scritta e orale di almeno due lingue straniere a scelta tra quelle attivate (di cui almeno una dell'Unione Europea), nonché del patrimonio culturale della civiltà di cui sono espressione;
- una buona competenza nell'impiego dei principali strumenti informatici e della comunicazione telematica, nonché nello sviluppo di loro semplici applicazioni negli specifici ambiti operativi.

 

Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)

I laureati avranno conseguito conoscenze e capacità di comprensione negli ambiti delle discipline delle lingue e letterature straniere, delle relative filologie, della linguistica e della italianistica. Devono aver maturato anche un'adeguata padronanza dei metodi e dei contenuti scientifici specifici nell'ambito delle discipline informatiche.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)

I laureati devono saper applicare le conoscenze e capacità di comprensione acquisite in tutti gli ambiti (giornalismo, editoria, istituzioni culturali, imprese e attività commerciali, rappresentanze diplomatiche e consolari, etc.) nei quali occorre la padronanza simultanea delle lingue straniere e degli strumenti informatici. Le aziende dei settori innovativi saranno luoghi di lavoro privilegiati per i laureati, posto che la Società dell'Informazione permetterà una riconfigurazione complessiva delle forme di produzione e dei meccanismi di socializzazione e comunicazione.

Autonomia di giudizio (making judgements)

Durante la carriera universitaria gli studenti del Corso di Laurea, per la dinamica stessa dei corsi soprattutto linguistici e informatici, sono chiamati a raccogliere, interpretare e valutare i dati dei diversi campi oggetto d'indagine. I corsi sono infatti tutti saldamente incentrati sulla riflessione critica delle tematiche prese in esame e, prevedendo verifiche periodiche, esercitazioni, compiti di progettazione individuale, buone interazioni con le attività di stages, stimolano quella capacità di analisi critica e quell'autonomia di giudizio che torneranno utili al laureato nel momento in cui si troverà a valutare oggetti e situazioni tipici del suo mondo lavorativo.

Abilità comunicative (communication skills)

Il laureato avrà conseguito una piena efficacia comunicativa sia nella trasmissione del tradizionale sapere umanistico sia nella gestione delle conoscenze acquisite attraverso l'impiego delle nuove tecnologie. La predisposizione di prove di valutazione scritte e orali, in italiano e in lingua straniera, anche col ricorso ai nuovi strumenti informatici, abitua il futuro laureato a scegliere, di volta in volta, la procedura più funzionale per raggiungere l'obiettivo di una comunicazione chiara ed efficace, calibrata anche in funzione delle caratteristiche e delle competenze dell'interlocutore.

Capacità di apprendimento (learning skills)

Il laureato avrà appreso le conoscenze di base di cui si sostanziano, nei rispettivi ambiti di competenza, la italianistica, la linguistica storica generale e applicata, lo studio teorico e pragmatico delle lingue e delle loro culture. Avrà anche maturato una buona formazione di base nell'ambito delle discipline informatiche, raggiungendo quella padronanza nel metodo e negli strumenti che gli consentirà lo sviluppo di semplici applicazioni. La sinergia di così variate competenze inevitabilmente sollecita la richiesta di studi caratterizzati da specifici più incisivi approfondimenti.

 

Conoscenze richieste per l'accesso

1. Per l'immatricolazione al Corso di laurea è richiesto il possesso di un diploma della scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio equipollente conseguito all'estero, riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti.
2. Ai fini della individuazione di eventuali obblighi formativi aggiuntivi il Consiglio del Corso di laurea delibera annualmente sullo svolgimento di prove di accesso e loro modalità.

 
 

Caratteristiche della prova finale

La laurea è conferita a seguito della prova finale che tenderà a verificare la preparazione di base del candidato e il raggiungimento degli obiettivi formativi qualificanti il Corso di laurea. Tale prova consisterà nella discussione di una relazione scritta su un argomento coerente con il piano di studi seguito, nonché nell'accertamento delle competenze acquisite nella lingua di specializzazione e nell'impiego di tecnologie informatiche.

 
 

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

La laurea in Lingue nella Società dell'Informazione abilita a svolgere attività professionali in tutti gli ambiti (giornalismo, editoria, istituzioni culturali, imprese e attività commerciali, rappresentanze diplomatiche e consolari, etc.) nei quali occorra la padronanza simultanea delle lingue straniere e degli strumenti informatici. E' concepita sia per delineare un profilo professionale immediatamente spendibile sul mercato del lavoro, soprattutto nelle aziende dei settori innovativi, sia per fornire la preparazione di base per il biennio di studi specialistici indispensabile per il prosieguo della ricerca scientifica e per eventuali corsi di specializzazione.

Il corso prepara alle professioni di

Professione
 

Insegnanti di lingue - (2.6.5.5.5)
 

Tecnici dell'acquisizione delle informazioni - (3.3.1.3.1)
 

Tecnici delle pubbliche relazioni - (3.3.3.6.2)